Invalsi. Domani COBAS scioperano per superiori. Skuola.net segnala le solite irregolarità e un’alunna disabile denuncia procedura discriminatoria

di redazione
ipsef

red – C’è molto fermento attorno alle prova Invalsi, come ogni anno. I Cobas continuano nel loro iter di protesta con il terzo, ed ultimo, giorno di sciopero. In aumento i "prof che aiutano"

red – C’è molto fermento attorno alle prova Invalsi, come ogni anno. I Cobas continuano nel loro iter di protesta con il terzo, ed ultimo, giorno di sciopero. In aumento i "prof che aiutano"

Quest’anno le prove Invalsi sono state caratterizzate dall’avvio di procedure "anti-copioni" con diverse versioni dello stesso test da distribuire in modo da impedire la copiatura dal compagno vicino. Ma se è il prof ad aiutare …

Infatti, Skuola.net ha avviato l’annuale sondaggio con il quale intende rilevare le irregolarità nello svolgimento delle prove.

Così, al momento, dopo poco più di 24 ore dallo svolgimento delle prove di scuola media, il 23,3% dei prof avrebbe dato un aiutino ai propri alunni.

Una percentuale alta ed in aumento rispetto a quello dello scorso anno che si aggirava intorno al 9%

Ma non si tratta delle uniche irregolarità riscontrate. Infatti, il 7,8% di chi ha partecipato al sondaggio, ha riferito di prof che hanno invitato a lasciare la prova in bianco.

Altre irregolarità riguardano, invece, l’aspetto organizzativo. Infatti il 6,9% ha denunciato la sostituzione del prof che ha scioperato,e mntre il 3,4% di essere stato unito ad un’altra classe.

Tutte presunte irregolarità che fanno gola ai COBAS che nei giorni delle prove hanno dichiarato sciopero della categoria.

E non finisce qui, infatti, il sindacato di base, ci fasapere tramite comunicato che giorno 16 maggio, cioé domani, ci sarà sciopero anche in occasione delle prove INVALSI per le superiori.

"Contro la didattica tossica – scrivono – per difendere la didattica della riflessione e della cultura critica"

In queste ore sta circolando anche un intervento da parte di un’alunna diversamente abile che dal proprio blog denuncia la procedura di somministrazione delle prove prevista per gli alunni H.

Difatti, come scritto nella guida diffusa dall’Invalsi, durante la prova non è permessa la presenza del docente di sostegno.

"Il 16 maggio, giorno in cui si svolgeranno i test, gli studenti disabili saranno allontanati dalle loro classi di appartenenza, in quanto non prenderanno parte all’attività. Ciò accade perché durante queste prove non è prevista la presenza dei professori di sostegno. Durante lo svolgimento delle prove, infatti, è proibito dare qualsiasi tipo di aiuto agli studenti; perciò, a detta di chi promuove questa tipologia di verifica del livello di apprendimento delle classi, gli studenti disabili sballerebbero i risultati. .. Allontanare gli studenti con disabilità dalle classi, equivale a sputare sopra la nostra Costituzione e al principio di uguaglianza che essa stessa sancisce".

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione