Invalsi, Bussetti: valutano sistema di istruzione, chiamiamoli solo test di valutazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro Bussetti, intervistato da Skuola.net, ha risposto ad una domanda sulle modifiche dei test invalsi, relativamente ai quali aveva già detto che non dovrebbero essere più requisito d’ammissione all’esame di Maturità.

Modifiche

Il Ministro ha premesso di chiamarli solo test, per focalizzare l’attenzione sul fatto che verificano le competenze degli studenti, al fine di modificare le strategie didattiche e quindi facilitare l’apprendimento degli alunni medesimi.

I test di valutazione, ha concluso il Ministro, saranno utili e gli stessi non valutano gli studenti ma il sistema di istruzione.

Voto prove

Bussetti  ha voluto evidenziare che gli studenti non devono guardare al voto conseguito in una prova, in quanto il voto riguarda la singola prestazione,  ma non la persona che comprende tutta una serie di altri aspetti che non si possono limitare ad una prestazione.

Vai all’intervista

Versione stampabile
anief
soloformazione