Invalsi 2019, stranieri più bravi degli italiani in Inglese

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Gli studenti stranieri sono più bravi degli italiani, in tutti i gradi di istruzione oggetto della rilevazione Invalsi, in Inglese. E’ quanto emerge dal rapporto Invalsi 2019, presentato oggi alla Camera. 

Italiano e Matematica

Gli alunni stranieri, come riferisce l’Ansa, ottengono in tutti i gradi istruzione risultati inferiori, rispetto ai compagni italiani, in Matematica e Italiano.

Le distanze tra italiani e stranieri si accorciano, in termini di risultati, passando dalla prima alla seconda generazione di immigrati e nel corso del percorso scolastico.  I risultati migliorano sopratutto in Matematica, ove è minore il peso della conoscenza della lingua italiana: terza secondaria di primo grado, classe terminale del primo ciclo d’istruzione, la differenza tra italiani e stranieri di seconda generazione è, a livello nazionale, di 18 punti circa in Italiano e di 9 punti in Matematica.

Inglese

La situazione sopra descritta si capovolge per l’Inglese, ove gli studenti stranieri, in diverse regioni, ottengono risultati migliori dei compagni italiani nella prova di ascolto.  Nelle restanti regioni i risaltati sono simili a quelli degli italiani.

Leggi anche:

Invalsi 2019: femmine più brave in Italiano e inglese, maschi in Matematica

Invalsi, Gallo (M5S): non servono solo le valutazioni, ma più risorse e processo miglioramento

Bussetti: sì Invalsi ma valutazione dei docenti è insostituibile

Invalsi, Rusconi: superare gap Nord-Sud con preparazione più adeguata docenti su difficoltà studenti

Invalsi, studenti V anno superiori non capiscono quanto ascoltano: solo il 35% arriva al B2 listening

Dati INVALSI 2019: male in Matematica alla primaria (al sud), migliora l’inglese. Alla secondaria risultati bassi in Italiano [SPECIALE]

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione