Invalsi 2015/16, Skuola.net: il 53% degli studenti ha copiato, 1 su 5 è stato aiutato dai docenti. Quasi impossibile la prova di matematica

Stampa

Centinaia di migliaia di ragazzi delle medie oggi hanno fatto i conti con le tanto temute prove Invalsi. Il questionario, diviso in due parti, una diItaliano e una di matematica, ha messo in difficoltà gli studenti. Tre su 5 di loro, infatti, hanno considerato la prova di matematica quasi impossibile: in una scala di difficoltà da 1 a 10, più del 61% degli studenti ha assegnato un valore compreso tra 8 e 10 alla prova di matematica. Come eranelle previsioni, giudicata meno impegnativo il test di italiano. Poco più della metà di loro infatti ne giudica la difficoltà complessiva tra il 6 e l’8. 

Centinaia di migliaia di ragazzi delle medie oggi hanno fatto i conti con le tanto temute prove Invalsi. Il questionario, diviso in due parti, una diItaliano e una di matematica, ha messo in difficoltà gli studenti. Tre su 5 di loro, infatti, hanno considerato la prova di matematica quasi impossibile: in una scala di difficoltà da 1 a 10, più del 61% degli studenti ha assegnato un valore compreso tra 8 e 10 alla prova di matematica. Come eranelle previsioni, giudicata meno impegnativo il test di italiano. Poco più della metà di loro infatti ne giudica la difficoltà complessiva tra il 6 e l’8. 

Forse per il timore di sbagliare, o perché effettivamente impreparati al livello di quesiti proposti dalla prova Invalsi, oltre il 53% circa ha ammesso di aver copiato, chi solo in parte (25%) chi addirittura tutto il compito (28%). E dove non è arrivata la collaborazione tra compagni di classe, è giunto l’aiuto dei prof:il 40% degli intervistati dice di essere stato soccorso dai docenti. Per più di 1 su 10, si è trattato di veri e propri suggerimenti, per gli altri di un aiuto nell’individuare la risposta giusta.

Dalla web survey di Skuola.net è emerso che sono stati soprattutto i professori degli studenti del Sud Italia ad aver dato una mano agli alunni, in entrambe le forme. Tra i ragazzi del meridione, infatti, è poco meno 1 su 5 a raccontare di aver ricevuto un aiutino dai suoi insegnanti. I più avari di suggerimenti, invece, sembrano essere stati i professori dei ragazzi del Nord Italia. Di nuovo risultano più numerosi, tra coloro che hanno dichiarato di aver copiato l’intero compito, i ragazzi del Sud. Quelli del Nord, invece, sono la maggioranza di coloro che hanno risposto di non aver cercato aiutini perché non lo ritengono giusto. Tra i ragazzi e le ragazze nonci sono state grandi differenze di comportamento: ad eccezion fatta del giudizio sul livello di difficoltà per la prova di matematica, per lefemminucce più alto.

I ragazzi twittano su #invalsi2016 (tra i trending topic della giornata) e fanno ironia su alcuni quesiti. In particolare, i veri protagonisti del test di italiano sono statiElsa e Amore, di cui i 14enni hanno appreso la storia da un brano di Elsa Morante tratto dai “Racconti dimenticati”. A spiccare più degli altri nelledomande del test di matematica sono invece Giovanna e Luisa, protagoniste di un quesito relativo ai teli da stendere e le mollette da utilizzare per farlo. Nemmeno quest’anno l’Invalsi si è fatto mancare riferimenti alla vita di tutti i giorni: uno dei testi di italiano è stato di tipo scientifico, tratto dalla pubblicazione "Demografia. Dove ciporterà l’aumento della popolazione" di Massimiliano Crisci, sull'impatto dell'aumento della popolazione e delle nostre condizioni di vita sulle risorseambientali. La prova di matematica ha presentato anche altri spunti particolari: uno di questi, per esempio, parla di un automobilista, Enrico, chedeve fare rifornimento a una pompa di benzina, un altro invece ha visto i ragazzi alle prese con le diverse combinazioni di un menù di un ristorante.

Roma, 16 giugno 2016

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur