Invalsi scuola primaria, somministrazione e correzione prova di Italiano classi II non campione. Tutte le info

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Il 9 maggio 2018, si svolgerà la prova Invalsi di Italiano nelle classi II e V della scuola primaria. La prova, come quella di Inglese (3 maggio) e di Matematica (11 maggio), è cartacea.

Vediamo in questa scheda cosa devono fare le scuole ai fini della somministrazione e correzione della prova di Italiano nelle classi seconde.

PRIMA DELLA SOMMINISTRAZIONE

Nei giorni precedenti la somministrazione, il dirigente scolastico  (o un suo delegato) individua un docente somministratore, preferibilmente appartenente ad un’altra classe.

Il giorno della prova (9 maggio 2018), dalle ore 7.45 alle ore 9.00, il dirigente:

  • si assicura che sia scaricato (se richiesto) il file audio in formato .mp3 per l’ascolto in audiocuffia della lettura della prova d’Italiano per gli allievi disabili o DSA;
  • si assicura che siano fatte tante copie del predetto file audio quanti sono gli eventuali allievi interessati e che le stesse siano consegnate su un supporto di memoria esterna (es. chiavetta USB) a ciascun docente somministratore;
  • convoca, alle ore 8.00, i docenti somministratori delle classi II per:

– la rimozione dei sigilli (reggette termosaldate incrociate e involucro di plastica trasparente) delle prove (nelle scuole campione, l’attività è svolta insieme alle classi campione e alla presenza degli osservatori esterni);

– la consegna di: fascicoli; elenco studenti per la somministrazione, nel quale è riportata la corrispondenza del nome e del cognome dell’allievo con  il codice SIDI dell’allievo stesso; etichette studenti da apporre su ciascun fascicolo della prova;

– l’etichettatura dei fascicoli (due per allievo) della classe assegnata a ciascuno di essi (somministratori), prestando attenzione a fornire sempre il fascicolo 5 agli allievi che svolgono la prova con l’ausilio del file .mp3.

SOMMINISTRAZIONE PROVA 

La prova inizia alle 9.00 e termina alle 10.00.

Il tempo destinato alla prova è comprensivo anche del tempo necessario per
l’organizzazione pratica della somministrazione (distribuzione e ritiro dei fascicoli, ecc.).

La prova ha una durata effettiva di 45 minuti. Per gli studenti DSA e disabili, è previsto un eventuale tempo aggiuntivo di 15 minuti (quindi 45+15).

Di seguito le fasi riguardanti lo somministrazione della prova:

  • Il docente somministratore distribuisce a ciascun allievo il proprio fascicolo, avendo cura:

– di seguire l’elenco studenti e che a ogni allievo sia assegnato il fascicolo
sulla cui etichetta è riportato il suo codice SIDI;

– di seguire la rotazione dei fascicoli in modo che due studenti vicini non
abbiano lo stesso fascicolo;

– che gli allievi disabili o DSA abbiano la strumentazione necessaria (se
prevista) per l’ascolto individuale in audiocuffia della prova di Italiano
mediante l’ausilio del file .mp3 (verificare con cura che questa
tipologia di allievi abbia ricevuto il fascicolo 5).

  • svolgimento della prova;
  • al termine della prova, ritiro fascicoli da parte del docente somministratore.

OPERAZIONI AL TERMINE DELLA PROVA

Il docente somministratore consegna i fascicoli e al Dirigente scolastico.

CORREZIONE PROVA 

La correzione della prova e l’inserimento dei relativi dati nell’apposita maschera sono  effettuati secondo le modalità e i tempi indicati dal dirigente scolastico.

La Guida Completa

Protocollo somministrazione classi non campione

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare