Intesa sui precari, UIL Scuola Campania: positiva per i docenti. Adesso i tavoli tecnici

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato UIL – La Uil scuola Napoli e Campania, sulla base dell’accordo sottoscritto nei giorni scorsi con il ministro dell’Istruzione Fioramonti, ritiene che l’accordo tra le parti sindacali e il Ministero Pubblica Istruzione rappresenta la soluzione, in direzione delle giuste aspettative dei precari, con almeno tre anni di servizio, che da anni consentono il funzionamento delle nostre scuole.

L’intesa siglata il 1° ottobre è frutto di una positiva mediazione tra le posizioni dei sindacati rappresentativi della scuola e le posizioni, in partenza diametralmente opposte, sia di questo che del precedente Governo.

Essere riusciti a conciliare e ravvicinare le posizioni a tutela dei precari è motivo di soddisfazione. Del resto 24.000 immissioni in ruolo di docenti precari con anni di servizio nelle scuole statali, attraverso una procedura concorsuale semplificata e urgente, risponde agli obiettivi prefissati dalla Uil Scuola che con tenacia e determinazione ha portato avanti, già da settembre 2018, attraverso decine di assemblee in tutta Italia, due mobilitazioni nazionali, una proclamazione di sciopero generale e da ultimo, la trattativa unitaria che ha portato all’intesa del 1° ottobre.

L’accordo prevede due momenti distinti, il primo affidato ad un decreto legge immediatamente operativo che tiene insieme la platea dei precari c.d. storici che per 24.000 accedono al ruolo con un concorso straordinario e il restante con la possibilità di abilitazione, attraverso un procedimento nuovo e veloce, il secondo, attraverso un disegno di legge collegato alla finanziaria per consentire alle altre categorie di precari di acquisire l’abilitazione con procedimenti diversificati in funzione delle varie categorie da definire in un confronto sindacale che partirà immediatamente con tavoli tecnici specifici. L’intesa contempla anche un concorso riservato per i facenti funzione dei DSGA.

Ora tocca ai tavoli tecnici lavorare sull’intesa per concretizzare gli accordi sottoscritti.
L’intesa prevede altresì una procedura con una diversa modalità e tempistica al solo fine abilitativo rivolta ai docenti in possesso di determinati requisiti, oltre che permettere l’acquisizione dell’abilitazione anche alle nuove leve che vogliono intraprendere la strada dell’insegnamento.
Appena emanato il Decreto Legge ci sarà una scheda di lettura a cura della Segreteria Nazionale UIL Scuola e l’indizione di assemblee divulgative, sui contenuti dell’intesa, su tutto il territorio nazionale.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione