Stipendio insegnanti, aumento potrebbe essere da 100 euro in su al mese. Da cosa dipenderà

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si iniziano a fare i calcoli sugli aumenti che arriveranno con il prossimo CCNL, dopo l’accordo Governo-Sindacati raggiunto nella giornata di ieri.

Aumenti stipendiali, stabilizzazione precari, regionalizzazione: accordo tra Governo e sindacati. [SCARICA IL TESTO UFFICIALE]

Aumento stipendi: impegno de Governo

Il Governo si è impegnato a reperire le risorse necessarie a far recuperare al personale della scuola la perdita del potere d’acquisto.

Allo stesso tempo, nel corso del triennio di vigenza del Contratto (2019/21), si è assunto l’impegno ad allineare progressivamente gli stipendi dei docenti e degli ATA italiani a quelli dei colleghi europei.

Aumento stipendi: quanto?

Il ministro Bussetti, pur rinviando la quantificazione degli aumenti alla legge di bilancio 2020, ha parlato di “aumento a tre cifre“.

Gli aumenti mensili, secondo il Corriere, dovrebbe essere di 100 euro.

Simile la stima de “Il Messaggero“, secondo cui gli aumenti saranno di 95 euro o poco più.

Da cosa dipenderà

L’intesa sottoscritta il 24 aprile tra sindacati e Governo comprende:

  • recupero dell’inflazione per il periodo 2019-21
  • reperimento  ulteriori risorse nella Legge di Bilancio 2020, da sommare a quelle già stanziate nella Legge di Bilancio 2019.

E’ questa dunque la partita che si giocherà: a partire dai 95 euro calcolati per il recupero dell’inflazione, fino a che punto il Governo sarà disposto ad alzare l’asticella per riconoscere il prestigio sociale degli insegnanti?

N.B. le cifre indicate vanno intese, al momento,  al lordo.

Scarica il testo dell’intesa

Precari con 36 mesi di servizio: PAS selettivi e fino al 50% posti concorso [ANTEPRIMA]

Bussetti: per docenti con 36 mesi di servizio percorsi speciali per il ruolo. Firmato accordo

Regionalizzazione: ecco cosa hanno concordato Bussetti e i sindacati

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione