Intervallo, assemblee di classe e di istituto. Cosa fanno gli insegnanti: un esempio di regolamento

WhatsApp
Telegram

La sorveglianza degli studenti durante l’intervallo è compito degli insegnanti della terza ora/quarta ora) nonché del personale ausiliario. Gli studenti possono restare nelle aule o nell’area antistante la classe, possono recarsi alle macchinette distributrici di bevande calde o di acqua, e alla postazione per l’acquisto delle merende, oppure, solo nella sede centrale, recarsi all’esterno dell’edificio (eccetto che in caso di pioggia, neve o con temperature eccessivamente rigide, come sotto specificato), e in ogni caso non oltre l’area perimetrale dell’istituto, fatta eccezione per la zona adiacente alla pineta.

Nell’arco di tempo della ricreazione il cancello di accesso ai veicoli resterà chiuso per motivi di sicurezza. Ciascun docente garantirà la vigilanza nella classe in cui ha concluso la propria attività didattica, estendendo il controllo del regolare svolgimento della ricreazione dall’aula al corridoio/atrio prospiciente la classe. Si precisa che la vigilanza avviene sugli studenti e non sugli spazi, quindi, qualora nelle aule non rimanesse, durante la ricreazione, nessuno studente, la vigilanza, per i docenti, si sposta nei corridoi.

La vigilanza nei laboratori

Le classi che si trovano nei laboratori di accoglienza turistica, nel laboratorio di lingue, nelle palestre o nelle aule speciali (aula video/aula multimediale) andranno riaccompagnate nelle loro aule didattiche laddove la lezione nelle suddette aule/laboratori termini alla terza ora. Svolgeranno quindi in questo caso la ricreazione nelle loro aule didattiche di classe, lasciando vuoti i laboratori e le aule speciali. Le classi che hanno lezione a cavallo della terza e quarta ora nei laboratori professionali dell’Istituto svolgeranno la ricreazione all’interno dei laboratori stessi, in ottemperanza alle procedure previste dalla metodologia HACCP.

L’educazione fisica

I docenti di Educazione Fisica, al suono della campana effettueranno – si legge nell’apposito regolamento emanato e in vigore nell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera “G. Minuto” di Marina di Massa, diretto con magistrale competenza dalla dirigente scolastico professoressa Silvia Bennati – la vigilanza davanti alla palestra e nella zona antistante ad essa, che permette la visibilità dell’intero corridoio; gli alunni in uscita dalle lezioni di scienze motorie trascorreranno la ricreazione o in questa zona antistante, oppure negli altri spazi comuni.

L’intervallo negli gli spazi esterni

Gli studenti potranno recarsi durante l’intervallo negli spazi esterni, ad eccezione dei giorni di pioggia, neve, vento forte con situazione di allerta documentata oppure con temperature prossime allo zero (inferiori ai 5°). In caso di pioggia e/o avverse condizioni meteo, tenuto conto che gli studenti si tratterranno all’interno della sede centrale, il personale individuato per la vigilanza esterna svolgerà il proprio servizio nel piano di propria pertinenza dando supporto ai docenti dentro al plesso. Saranno incaricati della sorveglianza negli spazi esterni tre docenti e tre unità di personale ATA, secondo quanto stabilito da successiva circolare e dal Piano Annuale del personale ATA.

Compiti del personale docente addetto alla vigilanza durante la ricreazione

I compiti del personale docente addetto alla vigilanza durante la ricreazione classe – si legge nell’apposito regolamento emanato e in vigore nell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera “G. Minuto” di Marina di Massa – sono:

  • Vigilanza alunni nelle aree di propria pertinenza, secondo quanto stabilito da disposizione nominale tramite circolare interna.
  • Vigilanza del rispetto delle norme relative al divieto di fumare e di gettare rifiuti per terra, con segnalazione al DS o ai suoi collaboratori dei trasgressori del divieto, nonché di elevazione di verbale ai sensi della normativa.
  • Segnalazione degli eventuali problemi e delle criticità che si dovessero riscontrare durante il proprio servizio.

Compiti del personale A.T.A. addetto alla vigilanza durante la ricreazione

I compiti del personale A.T.A. addetto alla vigilanza durante la ricreazione sono:

  • Vigilanza alunni nelle aree di propria pertinenza.
  • Richiamo al rispetto del divieto di fruizione delle aree interdette alla ricreazione e del loro relativo accesso.
  • Vigilanza sul rispetto delle norme relative al divieto di fumare e gettare rifiuti per terra, nonché di elevazione di verbale ai sensi della normativa.
  • Richiamo al divieto di utilizzo delle uscite di emergenza.
  • Segnalazione delle inadempienze e criticità che si dovessero realizzare durante il proprio servizio.

Vigilanza durante le assemblee di classe e di istituto

Durante lo svolgimento delle assemblee di classe – si legge nell’apposito regolamento emanato e in vigore nell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera “G. Minuto” di Marina di Massa – il docente in servizio, essendo comunque responsabile della classe nella sua ora di lezione, se invitato dagli studenti ad uscire, sosterà nei pressi della stessa, entrando prontamente qualora ravvisi situazioni tali che lo obblighino ad intervenire per sospendere l’assemblea stessa. Durante le Assemblee di Istituto verrà di volta in volta emanato un piano di sorveglianza con indicazione dei docenti impegnati nella vigilanza.

Regolamento intervallo, assemblee di classe e di Istituto

WhatsApp
Telegram

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it