Interrogazione LeU sui viaggi del ministro Bussetti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Da un’inchiesta giornalistica abbiamo appreso che il ministro dell’istruzione Bussetti, nei primi sei mesi di permanenza nel governo, da giugno a novembre 2018, ha effettuato 70 «viaggi di servizio» di cui 49 avevano come destinazione Milano, capoluogo vicino a dove abita tuttora il titolare del dicastero di Viale Trastevere.

E tutti questi viaggi sono classificati come «missioni istituzionali», cioè a carico del Ministero, la media è di otto viaggi al mese, due a settimana e stranamente sono quasi sempre in prossimità dei week-end. Nel mese di giugno 2018 i «viaggi istituzionali» del Ministro Bussetti a Milano sono stati ben nove, otto a luglio, sette ad agosto, nove a settembre, dieci a ottobre e sei a novembre.”

E’ quanto si legge nell’interrogazione che il gruppo di Leu ha presentato al governo, primo firmatario Nicola Fratoianni.

“La vicenda sollevata da L’Espresso nelle settimane scorse risulta imbarazzante per un governo – prosegue il segretario nazionale di Sinistra Italiana – che ha fatto della lotta ai «furbetti» nella pubblica amministrazione una delle sue bandiere, dal momento che un ministro di quello stesso governo, per primo, utilizzerebbe la formula della «missione ministeriale» per effettuare in realtà viaggi verso casa.”

“Vogliamo sapere dal Presidente del Consiglio dei ministri cosa ne pensa di questa vicenda e quali iniziative intenda intraprendere per evitare in futuro il ripetersi di quelli che, ove confermati, – conclude Fratoianni – rappresentano dei veri e propri episodi di malcostume che gettano discredito verso le istituzioni”

Bussetti e i suoi viaggi a Milano con soldi pubblici, nonché nomine degli amici: inchiesta dell’Espresso

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione