Interrogazione Fratelli d’Italia su concorso 2018: i migliori non possono essere scavalcati

Stampa

I deputati di Fratelli d’Italia Wanda Ferro, Carmela Bucalo e Paola Frassinetti, hanno rivolto una interrogazione al ministro dell’Istruzione sull’assegnazione della sede e sugli accantonamenti nel concorso 2018.

“Il governo ponga rimedio alla paradossale situazione che si è venuta a creare a seguito del concorso 2018 per docenti di scuola media e superiore, che rischia di produrre vincitori che non saranno mai assunti”.

“Si è venuta a creare una situazione paradossale – spiegano i deputati di Fratelli d’Italia – poiché per un complicato intreccio di ritardi amministrativi e imbarazzanti tentativi di porvi rimedio, i primi in graduatoria rischiano di essere scavalcati da chi ha ottenuto un punteggio più basso”.

“La disparità di trattamento e l’ingiustizia che tale situazione ha creato – spiegano i deputato di Fratelli d’Italia – sono state denunciate non solo dai diretti interessati, ma anche dai sindacati confederali che, in un incontro al Ministero dell’istruzione, il 2 luglio 2019, hanno chiesto al Ministero di ripensare la procedura in modo tale da garantire anche a chi è più in alto in graduatoria la possibilità di scegliere su tutte le cattedre che si sono liberate”. Gli onorevoli Ferro, Bucalo e Frassinetti ricordano come “dietro quella che appare l’insensatezza e assurdità di una cieca burocrazia ci sono le vite di aspiranti docenti e delle rispettive famiglie, che vivono nell’instabilità, nel precariato, nella mancanza di programmazione a lunga scadenza e di una pianificazione didattica”. Per questo i deputati di Fdi hanno chiesto al ministro quali urgenti iniziative intenda adottare o abbia adottato per porre rimedio alla situazione di disuguaglianza che si è venuta a determinare, garantendo continuità didattica e stabilità e il diritto allo studio degli alunni, oltre che risposte concrete agli interessati, nonché per evitare inutili contenziosi con la pubblica amministrazione”.

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico