Interrogazione alla Fedeli su supplenze sostegno a ITP. Sinistra Italiana: “Risposta inconsistente”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella giornata di ieri, abbiamo riferito sull’interrogazione parlamentare presentata da Sinistra Italiana – Possibile sull’attribuzione delle supplenze su sostegno a docenti ITP con ricorso pendente inseriti con riserva in seconda fascia delle graduatorie di istituto e ai quali spettano eventuali supplenze con clausola risolutiva.

Supplenze sostegno a ITP, corrette? Domani la risposta del Ministero all’interrogazione di Sinistra Italiana – Possibile

Il problema posto da Sinistra Italiana e da Possibile riguarda la situazione creatasi con l’inserimento in II fascia dei predetti docenti, che hanno scavalcato numerosi colleghi inseriti in III fascia e con maggior punteggio.

Il ministro Fedeli ha risposto in data odierna alla predetta interrogazione, come riferitoci da Sinistra Italiana:

“Dalla ministra Fedeli una risposta assolutamente inconsistente sulla cronica carenza di docenti di sostegno e sull’inserimento in seconda fascia dei diplomati in materie tecnico-pratiche (Itp) che a seguito di un ricorso presentato al Tar del Lazio arrivano al ruolo di sostegno, superando in graduatoria i colleghi che da anni lavorano senza abilitazione. La ministra ha il dovere di trovare subito una soluzione che tuteli la professionalità dei docenti abilitati, e con tanti anni di servizio, e la qualità del sistema di inclusione scolastica.

Non è nostra intenzione attaccare i ricorrenti diplomati, ma le regole non possono valere a giorni alterni, prosegue Pannarale. Mentre la ministra spende fiumi di parole sulla rinnovata attenzione verso i BES o sull’affidabilità del nuovo sistema di reclutamento, avalla senza imbarazzo l’umiliazione della qualità dell’inclusione scolastica con la nomina ai posti di docente di sostegno di personale non qualificato, senza esperienza didattica e con un curriculum orientato a tutt’altra professionalità. In questo modo, conclude Pannarale, si sta compromettendo la qualità del sostegno e dell’inclusione scolastica.”

A detta di Sinistra Italiana e Possibile, dunque, la Fedeli non ha fornito alcuna risposta risolutiva.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare