Intelligenza artificiale, novità PDP studenti plusdotati: si potranno inserire esperienze in Università. Approvato il ddl sull’IA

WhatsApp
Telegram

Il Consiglio dei Ministri il 23 aprile ha approvato un disegno di legge per l’introduzione di disposizioni e la delega al Governo in materia di intelligenza artificiale. Nel ddl si regola l’utilizzo dell’IA nel settore dell’attività della pubblica amministrazione per garantire il buon andamento e l’efficienza dell’attività amministrativa dando centralità al principio dell’autodeterminazione e della responsabilità umana.

Si istituiscono le Autorità nazionali per l’intelligenza artificiale, disponendo l’affidamento all’Agenzia per l’Italia digitale (AgID) e all’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN) del compito di garantire l’applicazione e l’attuazione della normativa nazionale e dell’Unione europea in materia di AI.
AgID e ACN, ciascuna per quanto di rispettiva competenza, assicurano l’istituzione e la gestione congiunta di spazi di sperimentazione finalizzati alla realizzazione di sistemi di intelligenza artificiale conformi alla normativa nazionale e dell’Unione europea.

Si prevedono, inoltre, investimenti per un ammontare complessivo di 1 miliardo di euro, nei settori dell’intelligenza artificiale, della cybersicurezza e del quantum computing delle telecomunicazioni e delle tecnologie per queste abilitanti.

Scuola

Nel piano didattico personalizzato (PDP) delle scuole superiori per le studentesse e gli studenti ad alto potenziale cognitivo potranno essere inserite attività volte alla acquisizione di ulteriori competenze attraverso esperienze di apprendimento presso le istituzioni della formazione superiore.

Disabilità

Viene sancito che l’utilizzo dell’intelligenza artificiale non può in alcun modo selezionare con criteri discriminatori condizionando e restringendo l’accesso alle prestazioni sanitarie. Prioritario è il diritto dell’interessato ad essere informato circa l’utilizzo di tali tecnologie. Si promuove la diffusione dei sistemi di IA finalizzati all’inclusione, le condizioni di vita e l’accessibilità delle persone con disabilità.

Il disegno di legge sull’intelligenza artificiale approvato in Consiglio dei Ministri garantisce attenzione alle persone con disabilità per il pieno accesso ai sistemi di intelligenza artificiale su base di uguaglianza e senza alcuna forma di discriminazione e di pregiudizio, in conformità con la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità. Inoltre si introduce un passaggio fondamentale nel rispetto dello sviluppo e per la diffusione di sistemi di intelligenza artificiale che migliorino le condizioni di vita delle persone con disabilità. È fondamentale agevolare l’accessibilità, l’autonomia e la sicurezza di tutti gli strumenti, in particolare per garantire processi di inclusione sociale utili all’elaborazione del “Progetto di vita” come previsto dal decreto attuativo della Legge Delega sulla disabilità che da poco abbiamo approvato, ma soprattutto sempre nella prospettiva di migliorare e semplificare la vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie.” Così il Ministro per le Disabilità Alessandra Locatelli.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri