Intel Edu Challenge Stories: Nuove competenze per una nuova didattica!

Stampa

Il nuovo ruolo della tecnologia nelle aule ha rese indispensabile l’acquisizione di nuove competenze, sia per gli insegnanti che per gli studenti, che si trovano a dover affrontare un contesto in cui i curriculum scolastici spesso non riescono a fornire le adeguate nozioni per fronteggiare le richieste del mondo del lavoro.

Come possiamo aiutare i ragazzi a costruire solide basi per il proprio futuro?

Ne abbiamo parlato con Lidia Cangemi e Fabrizio Fantolini, rispettivamente Dirigente Scolastico e membro del consiglio d’Istituto del Liceo Kennedy di Roma, che ci hanno raccontato la loro in un’intervista doppia nel corso di “Intel 2020 Edu Challenge

Dopo l’evento digitale per supportare gli educatori di ogni ordine e grado, Intel continua infatti nella sua missione: supportare insegnanti e educatori di ogni ordine e grado, accompagnando la scuola verso gli scenari del futuro.

Lidia Cangemi: https://www.converge.it/sites/default/files/Lidia-Cangemi.mp4

Secondo Lidia Cangemi,le competenze indispensanbili per un insegnante sono le competenze relazionali. “Ci vuole l’emozione, la relazione e l’empatia. Ci vuole la conoscenza dell’altro“. Dopo un anno di lezioni in modalità prevalentemente mediata dalla tecnologia, imparare a trasmettere emozioni anche davanti a uno schermo è diventato un requisito essenziale.

Le competenze trasversali, le cosiddette soft skills, sono fondamentali anche per Fabrizio Fantolini, che per i ragazzi vorrebbe una scuola meno teorica e più esperienziale, “dove i ragazzi possano sviluppare la capacità critica e di ragionamento, anziché un apprendimento passivo”.

Fabrizio Fantolini: https://www.converge.it/sites/default/files/Antonio-Fantolini.mp4

Per scoprire di più sulle testimonianze di Fabrizio e Lidia e scoprire i dispositivi Intel più adatti alle esigenze di ogni studente, clicca qui: https://www.converge.it/it/intel-education-per-la-scuola

Stampa