Integrazione, istruzione domiciliare e ospedaliera, incontro al Miur: iniziative anni scolastici precedenti e delega 107

Stampa

Nella mattina odierna, si è svolto al Miur un incontro con i sindacati, avente per oggetto “Disabilità scuole in ospedale e istruzione domiciliare, integrazione alunni stranieri”.

L’amministrazione ha informato le OO.SS. che nell’a.s. 2015/16 sono stati attivati 106 “sportelli autismo” presso i Centri Territoriali di Supporto (CTS). Si tratta di un servizio aggiuntivo a quello dei CTS, servizio che prevede la partecipazione degli esperti delle associazioni più rappresentative e, in un secondo momento, il coinvolgimento delle famiglie per poi attuare un’effettiva collaborazione tra scuole, genitori  e servizi socio-sanitari.

L’amministrazione ha, poi, informato che i CTS sono stati finanziati con i fondi della legge 440/1997 e che sul territorio nazionale sono state istituite 500 scuole polo per l’inclusione; ha, infine, ricordato che è in corso di attuazione la delega, prevista dalla Buona Scuola, sull’inclusione.

Quanto alla scuola in ospedale  e all’istruzione domiciliare, i rappresentanti del Miur hanno comunicato che gli interventi di istruzione domiciliare nell’a.s. 2014/2015 sono stati 1.108 e 46 i progetti realizzati nelle “case-famiglia”. Gli alunni minori non accompagnati coinvolti sono stati 800, tramite l’attuazione di 60 progetti in 11 regioni.

Per quanto riguarda gli interventi a sostegno dell’integrazione degli immigrati, il Miur ha informato i sindacati sul fatto che sono stati stanziati 13 milioni di euro, grazie all’azione 1 e all’intesa tra Ministero dell’Interno, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del Miur, al fine di qualificare il sistema scolastico in contesti multiculturali. Altri interventi riguardano la dispersione e il ritardo scolastico di alunni stranieri, il coinvolgimento delle famiglie dei migranti e il  rafforzamento delle reti tra  scuole.

Nell’a.s. 2015/16, ha infine informato l’amministrazione sono stati attuati i seguenti bandi:

progetti di insegnamento e potenziamento dell’italiano come seconda lingua;

progetti finanziati ad azioni di accoglienza e di sostegno linguistico e psicologico per minori non accompagnati, per un ammontare complessivo di 500 mila euro.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur