Integrazione graduatorie di istituto, scelta scuole entro il 15 marzo. Info per docenti inseriti e non

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sino al 15 marzo p.v., gli aspiranti, che hanno presentato il modello A3 per l’inserimento negli elenchi aggiuntivi alla II fascia delle graduatorie di Istituto 2017/20, possono procedere alla scelta delle scuole.

L’inserimento negli elenchi aggiuntivi è stato disposto dal Miur con decreto n. 73/2019 che ha “aperto” la cosiddetta terza finestra semestrale. Le graduatorie di istituto, infatti, vengono integrate nel corso del triennio di vigenza in seguito a quanto previsto dal DM n. 326/2015.

Integrazione graduatorie di istituto: scelta scuola

La scelta delle sedi avviene inoltrando il modello B, tramite Istanze Online, tra il 25 febbraio e il 15 marzo 2019 entro le ore 14,00.

L’istanza va inoltrata alla medesima scuola cui è stato inviato il modello A3.

La scelta delle sedi, per i docenti già inseriti nelle graduatorie di Istituto, avviene nel rispetto di alcuni vincoli, diversamente da quanto accade per chi non è inserito.

Integrazione graduatorie di istituto: scelta scuola docenti non inseriti in graduatoria

I docenti, che hanno chiesto l’inserimento negli elenchi aggiuntivi alla II fascia delle graduatorie di istituto della scuola secondaria di primo e secondo grado, possono  indicare sino a un massimo di 20 istituzioni scolastiche, sempre della stessa provincia.

Per la scuola dell’infanzia e primaria vige il limite di 10 istituzioni, di cui al massimo 2 circoli didattici, sempre della medesima provincia. I docenti possono indicare 10 scuole senza rispettare il predetto limite (dei circoli didattici), qualora non sia possibile e l’USR abbia emanato apposito provvedimento.

Integrazione graduatorie di istituto: scelta scuola docenti già inseriti in graduatoria

I docenti, già presenti per altri insegnamenti nelle graduatorie di I, II, e III fascia (o negli elenchi aggiuntivi alla II fascia relativi alla finestra semestrale del 1° agosto 2018) e che hanno chiesto l’inserimento negli elenchi aggiuntivi, possono sostituire, nella stessa provincia di iscrizione, una o più scuole già espresse allatto della domanda di inserimento e/o aggiornamento.

Le nuove scuole si possono richiedere esclusivamente per i nuovi insegnamenti, per i quali si chiede l’inserimento nell’elenco aggiuntivo relativo alla finestra del 1° febbraio 2019, mentre non è consentito cambiare sedi qualora nelle stesse tali insegnamenti siano già impartiti.

Nelle nuove scuole, in caso di sostituzione di sedi, l’interessato sarà presente soltanto per gli insegnamenti per i quali chiede l’inserimento nella seconda fascia aggiuntiva.

nota

decreto

nota del 25/02/2019

Versione stampabile
anief banner
soloformazione