Integrazione alunni stranieri. Faraone commenta la legge sullo ius soli

WhatsApp
Telegram

Il sottosegretario Davide Faraone ha commentato su Facebook, come apprendiamo dall’ANSA, la riunione odierna dell’Osservatorio Nazionale per l'integrazione degli alunni stranieri e per l'intercultura, svoltasi al MIUR. 

Il sottosegretario, ricordando la legge sullo ius soli approvata ieri alla Camera dei Deputati in prima lettura, ha affermato che Cittadinanza e Scuola sono due elementi inseparabili.

Il sottosegretario Davide Faraone ha commentato su Facebook, come apprendiamo dall’ANSA, la riunione odierna dell’Osservatorio Nazionale per l'integrazione degli alunni stranieri e per l'intercultura, svoltasi al MIUR. 

Il sottosegretario, ricordando la legge sullo ius soli approvata ieri alla Camera dei Deputati in prima lettura, ha affermato che Cittadinanza e Scuola sono due elementi inseparabili.

Nella suddetta legge vi sono provvedimenti quali lo ius culturae, in base al quale si diventa cittadini italiani per aver studiato in istituti italiani.

Lo ius culturae rappresenta "una bella sfida per la scuola italiana" che, afferma Faraone, è già inclusiva, per cui compito del Governo è solo quello di creare le condizioni per favorire ulteriormente quest'inclinazione delle nostre Istituzioni scolastiche.

Il sottosegretario, infine, ricorda quanto fatto sino ad ora dal Governo per facilitare l’inclusione degli oltre 800.000 alunni stranieri nel nostro Paese:

  • formazione specifica per docenti e dirigenti;
  • stanziamento di 1 milione di euro per l’insegnamento dell’italiano come L2 e il sostegnopsicologico ai minori non accompagnati;
  • stanziamento di 40 milioni di euro, prevsti dalla legge n. 107/2015.

  

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi