Integrazione al documento sulla sicurezza Protocollo COVID per rientro anno scolastico 2021-22: un modello scaricabile

Stampa

In queste ore i dirigenti scolastici stanno definendo, come prevede la norma, l’”Integrazione al documento sulla sicurezza Protocollo COVID per rientro anno scolastico 2021-22”. Il documento deve essere redatto tenendo conto del “Piano scuola 2021-2022 del Ministero dell’Istruzione” del 27.07.2021 e successive integrazioni e di tutte le recenti disposizioni legislative. Il documento è definito come “Integrazione al documento sulla sicurezza Protocollo COVID per RIENTRO anno scolastico 2021-22”.

Contenuti del documento

Il documento che è di fatto un “Piano di rientro con protocolli ANTI-COVID” è elaborato dal Dirigente scolastico in qualità di Datore di Lavoro e Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.) sentiti il Medico Competente (M.C.) e il RLS al fine di adottare, nell’ambito dell’Istituto in cui opera, un insieme di regole tali da consentire di affrontare in sicurezza il rientro a scuola per l’anno 2021- 2022, in permanenza della pandemia da SARS-CoV-2 e dell’emergenza ad essa collegata almeno fino al 31.12.2021. In tal senso si è mosso, con grande efficienza e competenza, il dirigente scolastico dell’istituto IIS “V. Bachelet” di Oggiono diretto con grande professionalità dalla professoressa Anna Panzeri.

Esso, inoltre, in applicazione dell’art. 13 del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti di lavoro” del 24/04/2021, viene condiviso con il Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo di regolamentazione.

Le fonti normative

Per individuare le misure di prevenzione e protezione specifiche da adottare all’interno della realtà dell’Istituto, si è fatto riferimento alle seguenti fonti tecniche e normative:

  • Decreto Legge n.105 del 23.07.2021 (Green Pass);
  • Decreto Legge n.111 del 06.08.2021;
  • Decreto Legge n.257 del 06.08.2021 (Piano Scuola 2021-2022);
  • Estratti Verbali CTS n. 34 del 12.07.2021 e n. 39 del 05.08.2021;
  • Protocollo d’Intesa Ministero Istruzione OOSS – Dirigenti Scuola del 14.08.2021;
  • Rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità n. 11/2021;
  • Circolare del Ministero della Salute n. 36254 dell’11 agosto 2021 aggiornamento sulle misure di quarantena e di isolamento raccomandate alla luce della circolazione e della diffusione della variante Delta.

Formazione e informazione al personale

Tutto il Personale dell’Istituto (ATA e docente) deve essere formato sulle nuove procedure di sicurezza contro il rischio Covid-19 che devono far parte del Protocollo e sulle modalità operative di applicazione delle stesse.

All’atto della presa di servizio anche il personale in ingresso deve essere edotto delle procedure specifiche, ed è tenuto ad informarsi delle procedure in atto tramite presa visione delle circolari interne già pubblicate. In tutto l’Istituto sono apposti appositi cartelli con le indicazioni sui comportamenti da seguire.

Formazione e informazione agli studenti

Contestualmente con l’inizio delle lezioni tutti gli studenti devono essere informati da parte dei docenti della classe sulle procedure di sicurezza.

In tutto l’Istituto devono essere apposti appositi cartelli con le indicazioni sui comportamenti da seguire anche da parte degli studenti.

Formazione e informazione al pubblico e famiglie

All’ingresso – come specifica il documento redatto dal dirigente scolastico dell’istituto IIS “V. Bachelet” di professoressa Anna Panzeri – devono essere collocati presenti cartelli informativi sui comportamenti di sicurezza e sul trattamento dei dati personali. Sul sito istituzionale sono pubblicati, contestualmente con l’emissione, tutti i provvedimenti legati alla sicurezza Covid (in area pubblica specifica).

Come nello scorso anno scolastico le scuole dovrebbero fare sottoscrivere alle famiglie degli studenti il “Patto Educativo di Corresponsabilità” con specifica integrazione per la gestione della situazione di emergenza sanitaria.

Ingresso in istituto

In prossimità di ogni accesso deve essere collocato un dispenser per l’igienizzazione delle mani.

Durante l’ingresso è d’obbligo indossare correttamente la mascherina chirurgica per il personale e per gli studenti oltre al rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1mt.

Gli orari di ingresso e uscita degli studenti devono essere scaglionati per ridurre il più possibile assembramenti in tali fasi della giornata.

Il Personale scolastico addetto alla accoglienza, già opportunamente formato e con specifica delega, dotato di mascherina chirurgica e visiera trasparente, deve provvedere alla verifica del GreenPass per tutti i dipendenti dell’Istituto.

La misurazione della temperatura corporea degli esterni, che a qualunque titolo (genitori, visitatori, vettori, personale esterno incaricato di manutenzione, ecc.) accedano all’Istituto, avviene tramite rilevatori automatici la cui sorveglianza è affidata ai Collaboratori Scolastici dediti all’accoglienza ed esibizione del Green Pass.

Uscita

Le vie di uscita a fine delle lezioni sono le medesime dell’ingresso, cercando di evitare flussi contemporanei di tutte le classi presenti, ma contingentando le uscite.

Anche in uscita devono essere rispettate rigorosamente le distanze interpersonali e indossate correttamente le mascherine.
Per ingressi ritardati o uscite anticipate l’unico ingresso utilizzabile dagli studenti è quello principale, sempre presidiato. Anche il personale e gli esterni utilizzano esclusivamente, in ingresso e in uscita, l’ingresso principale.

Comportamento nelle aree comuni

In tutti gli spazi comuni, corridoi, atri, scale, aree ristoro deve essere sempre indossata correttamente la mascherina chirurgica, deve essere mantenuto il distanziamento interpersonale di almeno 1 mt e devono essere evitati assembramenti.

Servizi igienici

Dovrebbero essere individuati servizi igienici separati per il personale, per le studentesse e per gli studenti per ogni gruppo di classi e locali adiacenti.

Tutti i servizi igienici dovrebbero essere sottoposti alle procedure di sanificazione al termine di ogni ora di lezione e al termine della giornata.

I collaboratori scolastici hanno il compito di presidiarli nel corso delle attività didattiche e di provvedere alla sanificazione di maniglie, rubinetti e altre superfici comuni di contatto almeno 2-3 volte nella mattinata.

Per evitare assembramenti i docenti devono agevolare l’accesso ai servizi per studenti e studentesse, in caso di effettiva necessità, anche durante l’attività didattica; durante gli intervalli è consentita la presenza nei servizi di un numero di persone pari ai servizi disponibili.

Per spogliatoi, servizi igienici, ripostigli, mantenere le finestre sempre aperte; se tali locali sono ciechi e dotati di estrattori, mantenere gli impianti in funzione per l’intero orario di lavoro per ridurre la concentrazione di inquinanti nell’aria.

Comportamenti in classe

I comportamenti che si riportano si riferiscono sia alle Linee Guida del Comitato Tecnico Scientifico che ai DM del Ministero Istruzione che a buone prassi igieniche riferite dall’Istituto Superiore di Sanità, in particolare:
osizione diversa rispetto a quella trovata.

  • Obbligo di indossare la mascherina chirurgica per il personale e per gli studenti in ogni momento della giornata ad esclusione delle attività individuali di scienze motorie e discipline sportive (vedi capitolo Palestre). Sono esonerati gli studenti e le studentesse diversamente abili affetti da patologia che ne impedisca l’uso o altri soggetti “fragili” che presentano comprovata documentazione.
  • In posizione statica, seduti al banco, è obbligatoria la mascherina chirurgica. La visiera, fornita lo scorso anno dall’istituto, potrà essere utilizzata come ulteriore protezione.
  • Tutti i presenti, in ogni momento della giornata, devono risultare da appositi registri (registro di classe elettronico, rilevatore presenze, registro degli accessi, registri di permanenza per il personale) al fine di poter ricostruire in modo univoco, su richiesta della Autorità Sanitaria, gli eventuali “Contatti Stretti” che si siano verificati all’interno della scuola con un eventuale soggetto risultato positivo al virus.
  • All’interno delle aule didattiche le postazioni studente sono collocate in modo da garantire il distanziamento di almeno 1mt tra gli alunni e di almeno 2 mt tra docente ed allievi.
  • La disposizione della classe deve intendersi fissa e la posizione dei banchi è segnalata a pavimento.
  • Ogni modifica può essere portata dai docenti nel corso delle attività didattiche nel rispetto dei criteri di distanziamento.
  • È vietato ad allievi e personale spostare gli arredi.
  • Lo scambio di materiale tra studenti e studenti e tra studenti e docente deve essere minimizzato a favore di un uso individuale di ogni oggetto. In caso di scambi non evitabili, si raccomanda l’igienizzazione delle mani e degli oggetti stessi.

Ogni classe dovrebbe essere dotata di dispenser con soluzione igienizzante, che deve essere utilizzato in modo da scongiurare ogni uso improprio (stante che si tratta comunque di un prodotto chimico), ridurre il rischio che qualche goccia cada a terra determinando la scivolosità del pavimento, nonché spreco.

I docenti vigileranno sull’avvenuta igienizzazione delle mani da parte degli studenti in particolare all’inizio delle attività, in caso di trasferimenti o al rientro dai servizi igienici.

Il docente Coordinatore di classe

E’ compito del docente Coordinatore di classe segnalare l’esaurimento del gel e la richiesta di un ricambio.

Prima di iniziare le lezioni il docente della prima ora provvede affinché tutti gli studenti sanifichino le mani con il gel alcolico, così come andrà fatto ogni volta che si utilizzeranno oggetti comuni (Lim, Pc, ecc.).

Sia i docenti che gli alunni porteranno in classe solo il materiale strettamente necessario. Il materiale è da intendersi ad uso esclusivamente proprio.

Gli arredi e il materiale sono ridotti al minimo, sia al fine di recuperare ogni spazio possibile all’interno a favore di una maggiore capienza del locale, sia al fine di consentire al personale ausiliario una facile igienizzazione delle superfici, degli arredi e degli oggetti presenti in ogni aula.

Al cambio di docente, cattedra e postazione informatica devono essere igienizzate dal docente utilizzatore.

Almeno ogni ora e per almeno 5 minuti di orologio è indispensabile aprire finestre e porte dell’aula per un completo ricambio d’aria, strumento scientificamente molto utile e ottima misura preventiva contro il virus sarscov2.

Intervalli

Durante i momenti di intervallo è obbligatorio aprire le finestre in modo da favorire il ricambio d’aria.

Bisognerebbe studiare la possibilità per gli studenti di recarsi in spazi esterni identificati e riservati al proprio gruppo classe, in base a turnazione. Anche fuori deve essere garantito il distanziamento minimo.

Gli studenti che necessitano del bagno si mettono in coda per poterne usufruire, sempre evitando qualsiasi forma di assembramento (non più di tre persone).

L’utilizzo dei servizi, tipicamente consentito durante la ricreazione, essendo strettamente regolato in funzione della capienza degli stessi, è consentito anche in altri momenti della giornata purché si abbia certezza che gli stessi siano adeguatamente vigilati.

Utilizzo degli spogliatoi e palestre

Gli ingressi saranno rigorosamente scaglionati, in modo da evitare assembramenti.

Andranno ben distinti gli spogliatoi ed i servizi per femmine e maschi. In caso di compresenza di più classi negli spogliatoi saranno definite aree distinte per ciascun gruppo.

Ogni studente dovrà indossare la mascherina chirurgica fino all’inizio dell’attività sportivo-didattica.

L’uso degli spogliatoi deve intendersi vietato rispetto alla possibilità di farsi la doccia.

È permesso il cambio, ma gli indumenti personali vanno riposti all’interno di un sacchetto personale e poi, preferibilmente, all’interno dello zaino individuale, così come altri effetti personali.

Negli spogliatoi, in presenza di più persone, si indosserà la mascherina.

Dopo l’utilizzo gli spogliatoi saranno igienizzati da collaboratori scolastici incaricati ad hoc.

L’attività fisica in palestra (ma anche all’aperto), può avvenire senza indossare la mascherina purché tra gli allievi si mantenga una distanza di almeno 2 metri.

Sono sconsigliati i giochi di contatto e gli sport di gruppo e deve essere preferita l’attività fisica individuale.

Ogni attrezzo deve essere utilizzato in modo individuale e tra un alunno e l’altro oltre che a fine lezione, prima dell’inizio della successiva, il docente di discipline motorie e sportive dovrà provvedere ad igienizzarli.

Utilizzo dei laboratori

In tutti i laboratori devono essere mantenute le distanze interpersonali, è vietato scambiarsi utensili o il maneggio di materiali e strumenti tra più persone, ad eccezione che si stiano indossando guanti da lavoro.

Macchinari, attrezzature, strumenti, banconi e vetreria al termine dell’utilizzo, dovranno essere sanificati da collaboratori scolastici incaricati ad hoc o dagli assistenti tecnici (laboratori di scienze e fisica).

Aula docenti

Dovrebbero essere rese disponibili più aree riposo/lavoro per docenti, costituite da cattedre o tavoli con sedie, negli atri ai vari piani, oltre all’ isola informatica dove i docenti potranno trascorrere l’ora “buca” o quella a disposizione.

Il Personale non in servizio deve comunque evitare di rimanere in Istituto, in modo da diminuire il più possibile assembramenti.

Ascensori

L’utilizzo dell’ascensore, già in precedenza da considerarsi residuale, lo è ancor più in questa fase poiché il ridotto spazio a disposizione comporta difficoltà nel mantenimento del distanziamento.

Solo per comprovati motivi legati a ridotta mobilità , supportati da specifica documentazione, è consentito l’utilizzo ad una persona per volta salvo nel caso in cui debba essere trasportato un infortunato o una persona con difficoltà motorie o altro o che dovrà essere accompagnato. In tutti i casi è d’obbligo per entrambi indossare la mascherina.

Fatto salvo quanto sopra, i collaboratori scolastici utilizzeranno gli ascensori solo per il trasporto o trasferimento di materiale tra i vari piani dell’edificio.

Il personale in possesso di chiavi degli ascensori è tenuto alla sollecita riconsegna delle stesse alla DSGA.

La pulsantiera dell’ascensore, sia interna che esterna, viene sanificata almeno una volta al giorno da collaboratori scolastici incaricati ad hoc.

Locale COVID

Dovrebbe essere individuato un locale apposito, dove, per esigenze specifiche e motivate, utilizzato come ambiente per la sosta momentanea di chi, personale in servizio, studenti o esterni, dovesse evidenziare sintomi riconducibili a Covid-19 (a partire dalla temperatura superiore a 37,5 gradi alla rilevazione).

Nel caso di rilevazione di temperatura anomala, in particolare, chi ha in carico la procedura mette in atto tutte le azioni per garantire la propria sicurezza, come da formazione ricevuta.

La persona viene accompagnata dall’unità di Personale individuata: se l’identificazione del problema avviene all’ingresso principale, tramite il cortile, si accede dall’ingresso sul lato nord, in modo da ridurre ogni possibile contatto con altre persone o la possibile contaminazione di altri ambienti e si seguono le indicazioni fornite dagli Enti sanitari per il trattamento della situazione specifica.
Questo il tracciato segnato, con grande attenzione, dal dirigente scolastico dell’istituto IIS “V. Bachelet” di Oggiono diretto con grande professionalità dalla professoressa Anna Panzeri.

Integrazione al protocollo sicurezza

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur