“Integrare ulteriormente i diritti delle persone con disabilità in tutte le agende politiche”, il documento finale del G7 pone attenzione anche all’integrazione

WhatsApp
Telegram

Nel documento finale del G7 tenutosi a Fasano, in Puglia, è stato incluso un paragrafo riguardante l’Inclusione e Disabilità. La presenza di questo paragrafo rappresenta un passo importante verso la sensibilizzazione e l’integrazione dei temi legati alla disabilità nei contesti internazionali di alto livello. 

Questo risulta particolarmente significativo in vista del prossimo appuntamento internazionale che l’Italia ospiterà ad ottobre in Umbria: il primo G7 Inclusione e Disabilità della storia. Questo evento sarà un’occasione unica per focalizzare l’attenzione sulle politiche e sulle strategie per migliorare l’inclusione delle persone con disabilità, portando questi temi in prima linea nell’agenda globale. L’inserimento di tale paragrafo nel documento di Fasano preannuncia un dialogo costruttivo e una continuità di impegno che verranno ulteriormente sviluppati in occasione dell’incontro di ottobre.

Ecco cosa dice il testo della dichiarazione conclusiva del G7: “Ci impegniamo a garantire che tutti gli individui abbiano gli stessi diritti alla piena ed effettiva partecipazione alla vita sociale, culturale, educativa, economica, civile e politica. Intendiamo valorizzare i talenti e le capacità di tutte le persone per rendere le nostre comunità più forti e coese. Ci impegniamo a integrare ulteriormente i diritti delle persone con disabilità in tutte le agende politiche e, a tal fine, accogliamo con favore la prima riunione dei Ministri dell’Inclusione e della Disabilità del G7. Incarichiamo i nostri ministri di lanciare la Carta di Solfagnano, in cui articoleranno tra le altre cose le azioni relative all’accesso universale e all’accessibilità, alla vita indipendente, all’occupazione inclusiva, alla disponibilità di servizi, alla prevenzione e gestione delle emergenze. Intensificheremo la nostra azione per l’implementazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (UNCRPD). Attendiamo con ansia il vertice globale sulla disabilità che si terrà a Berlino nel 2025″.

“Valorizzare i talenti e le competenze di ogni persona – ha commentato la ministra per le disabilità Alessandra Locatelli – è la grande sfida che abbiamo davanti a noi e sono convinta che sia questo il momento giusto per cambiare finalmente la prospettiva». Il G7 Inclusione e Disabilità che si svolgerà in Umbria dal 14 al 16 ottobre «sarà un’occasione storica che non rimarrà isolata e che ci permetterà di intensificare gli sforzi dei nostri Paesi, prendendoci impegni concreti che confluiranno nella Carta di Solfagnano”.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri