Insulti sessisti al Ministro Azzolina: fanno male, soprattutto perché si tratta di educatori

Stampa

Il Ministro Azzolina ospite di Mentana affronta il problema degli insulti sessisti tramite social, dei quali è stata oggetto. Sdegno anche da parte del mondo politico femminile

Il Ministro da Mentana questa sera ha risposto ad una domanda sugli attacchi sessisti che ha subito tramite i social. Palesemente provata, il Ministro ha ammesso che ricevere insulti dai docenti fa male, soprattutto se si pensa che si tratta di educatori.

Quest’oggi anche una nota dell’Intergurppo per le donne, i diritti e le pari opportunità dei vari gruppi politici, dal PD a FI, da LEU al M5S, da FDI a IV e gruppo Misto, aveva affrontato la questione: “Si può essere d’accordo o meno con le posizioni sostenute in questi giorni della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ma nessuno può sentirsi autorizzato ad attaccarla con epiteti sessisti e violenti. Quanto sta accadendo è ancora più sconcertante poiché a scrivere commenti sconci sono anche persone che appartengono al mondo della scuola e persino alcuni insegnanti. Se degli educatori si esprimono con parole di odio, che messaggio inviano a ragazzi e ragazze che sono vittima di bullismo o lo combattono? L’odio sessista è sempre pericoloso, non può essere praticato da chi sale in cattedra ed è incompatibile con la funzione di educatore. Esprimiamo solidarietà a Lucia Azzolina e ci auguriamo che cessi immediatamente questa volgare campagna contro di lei”.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì