Insulti omofobi verso un gruppo di ragazzine. Interviene docente che viene malmenata: “Ho preso un pugno in faccia, ma non posso tollerare atti di odio”

WhatsApp
Telegram

Domenica 3 settembre, durante una festa, in provincia di Pavia, l’evento è stata turbato da un incidente sgradevole: un uomo ha rivolto violenti insulti omofobi verso un gruppo di ragazzine minorenni, minacciandole. In loro difesa è intervenuta una coraggiosa docente di storia e filosofia, la quale è stata malmenata dall’aggressore.

La docente ha condiviso con La Stampa la sua esperienza: “Ho rimediato un pugno in faccia, con conseguenze piuttosto gravi. Ma nonostante il dolore, sono orgogliosa di essermi alzata in difesa di queste giovani. Non possiamo tollerare atti di odio, soprattutto verso le giovani ragazze, nel 2023. E ciò che è ancora più sconcertante è che, tra la folla, pochi hanno scelto di intervenire.”

Il racconto della docente sottolinea una dinamica sconvolgente: l’uomo spintonava e insultava le ragazzine con frasi omofobe. Nonostante la professoressa non avesse alcun legame con le ragazze, ha scelto di intervenire, tentando anche di placare l’ira dell’uomo lanciandogli un bicchiere di Coca Cola. Tuttavia, la sua azione non ha fermato l’aggressore, e la situazione ha degenerato ulteriormente.

La professoressa ha espresso la sua rabbia e incredulità per la mancanza di intervento da parte degli altri presenti. “Prima del mio intervento, l’uomo aveva già aggredito le ragazze fisicamente. Eppure, nessuno si è mosso. Solo una donna ha cercato di aiutarmi.”

Fortunatamente, la situazione è stata risolta con l’arrivo delle forze dell’ordine, e la docente ha prontamente presentato una denuncia. La speranza è che venga fatta piena luce sull’accaduto.

Concludendo il suo racconto, la docente ha mostrato una forte determinazione: “Nonostante le ferite, la paura e la rabbia, non esiterò mai a intervenire di fronte a un’ingiustizia. Ho affrontato aggressioni in passato e continuerò a farlo in futuro.”

WhatsApp
Telegram

“Apprendimento innovativo”, un nuovo ambiente che permette al docente di creare un’aula virtuale a partire da una biblioteca didattica di contenuti immersivi. Cosa significa?