Insulti all’Azzolina, l’autore chiede scusa “ero esasperato dal lockdown”

di redazione

item-thumbnail

L’autore è un docente di matematica in un istituto superiore in provincia di Novara. Interviene sul quotidiano La Stampa scusandosi e spiegando lo stato d’animo che l’ha condotto a questo gesto da lui stesso condannato.

“È stato un momento di esasperazione dovuto al lockdown. – ha detto l’autore al quotidiano La Stampa – Mi scuso, non dovevo farlo. Chiuso in casa da tempo esasperato da questa situazione, mi sono lasciato andare e ho scritto quello che tutti hanno letto e giustamente condannato. Ero in ansia in quanto non si sapeva nulla sugli esami di Stato delle superiori e si parlava della necessità della presenza dei docenti alle prove. Io oltretutto ho problemi di salute. Così ho fatto quella stupidaggine. Posso solo scusarmi con il ministro”.

La condanna era giunta unanime da tutto il mondo politico e sindacale, una vera e propria gara di solidarietà nei confronti del Ministro.

Ricordiamo che la Azzolina è stata messa sotto scorta come il sottosegretario Sileri. Oltre agli insulti, il Ministro è stata oggetto di un tentativo di hackerarle il profilo Facebook e il conto corrente.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione