Inserimento a pettine nelle graduatorie. Da Crotone a Venezia l’ANIEF affonda il MIUR in Tribunale

di
ipsef

ANIEF – L’ormai famosa “battaglia” giuridica sull’inserimento a “pettine” nelle graduatorie a esaurimento 2009/2011, che tante soddisfazioni sta dando all’ANIEF nei Tribunali di tutta Italia, vede nuovamente sconfitto il MIUR con nuove conferme cautelari a Bologna e Piacenza, ben quattro sentenze definitive a Crotone e Venezia e la risolutiva immissione in ruolo dei nostri iscritti. Inevitabile la soccombenza del Ministero dell’Istruzione, condannato alle spese per oltre 8.000 Euro.

ANIEF – L’ormai famosa “battaglia” giuridica sull’inserimento a “pettine” nelle graduatorie a esaurimento 2009/2011, che tante soddisfazioni sta dando all’ANIEF nei Tribunali di tutta Italia, vede nuovamente sconfitto il MIUR con nuove conferme cautelari a Bologna e Piacenza, ben quattro sentenze definitive a Crotone e Venezia e la risolutiva immissione in ruolo dei nostri iscritti. Inevitabile la soccombenza del Ministero dell’Istruzione, condannato alle spese per oltre 8.000 Euro.

“Colpita e affondata” dall’ANIEF, e per ben tre volte, la difesa del MIUR anche a Venezia. L’Avvocato Denis Rosa, dopo una tortuosa fase cautelare che aveva procrastinato la conclusione delle controversie, ci comunica con soddisfazione pieno accoglimento dei tre ricorsi da lui patrocinati presso il Giudice del Lavoro della Serenissima che sposa e accoglie le tesi dell’ANIEF e decreta il diritto all’immissione in ruolo di altri tre nostri iscritti con effetti giuridici ed economici dal 1° settembre 2009. MIUR condannato al pagamento delle spese di lite quantificate in un totale di € 5.550.

Presso il Giudice del Lavoro di Crotone si sono concluse le cause, patrocinate dagli Avvocati Fabio Ganci, Walter Miceli e Leonida Bianchimano, per i nostri ricorrenti pettine che avevano subito l’accantonamento dell’immissione in ruolo da parte del MIUR. La piena vittoria del nostro sindacato è decretata dall’ulteriore sentenza favorevole emessa con effetti costitutivi del rapporto di lavoro a far data dal 1° settembre 2009 in favore di un iscritto ANIEF; immancabile la condanna alle spese per il MIUR definita in € 2.500.

Dai Tribunali di Bologna e Piacenza gli avvocati Walter Miceli, Fabio Ganci, Tiziana Sponga e Irene Lo Bue ci trasmettono le favorevoli ordinanze cautelari recentemente ottenute che confermano il perdurare del diritto dei ricorrenti ANIEF ad essere inseriti a pettine nelle graduatorie 2009/2011 “ai fini della propria eventuale assunzione sia ai fini del riconoscimento della maggiore anzianità di servizio e dei maggiori punteggi in seno alla formazione delle graduatorie per la mobilità, sia per fruire del miglior trattamento stipendiale applicato prima delle modifiche introdotte con il c.c.n.l. di settore del 19 luglio 2011”.

La “battaglia legale” sul Pettine continua a riconoscere al nostro sindacato e ai suoi legali completa soddisfazione nonostante gli “sgambetti” e le invidie dei nostri detrattori. L’ANIEF assicura ai propri iscritti che continuerà ad impegnarsi a loro nome in tutte le sedi opportune a tutela del merito, del diritto e della Costituzione.

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare