Inserimento a pettine: Miur chiederà revoca ordinanza Tar. Per Anief solo perdita di tempo

di Lalla
ipsef

red – Vicenda coda- pettine nelle graduatorie ad esaurimento: secondo quanto pubblicato dallo Snals Modena, "il Miur è orientato a resistere e, nelle more della pronuncia della Consulta sulla legittimità della legge che ha inserito le "code", intende chiedere la revoca dell’ordinanza di esecuzione del TAR". Stessa indicazione fornita dalla Gilda di Verona. Per l’ANIEF, che ha proposto il ricorso, si tratta solo di una perdita di tempo.

red – Vicenda coda- pettine nelle graduatorie ad esaurimento: secondo quanto pubblicato dallo Snals Modena, "il Miur è orientato a resistere e, nelle more della pronuncia della Consulta sulla legittimità della legge che ha inserito le "code", intende chiedere la revoca dell’ordinanza di esecuzione del TAR". Stessa indicazione fornita dalla Gilda di Verona. Per l’ANIEF, che ha proposto il ricorso, si tratta solo di una perdita di tempo.

da Gilda Verona: ""Relativamente alla rinnovata confusione intorno alle Graduatorie Permanenti, il MIUR ha espresso la ferma volontà di non dare esecuzione agli inserimenti a pettine sui quali sta predisponendo le sue controdeduzioni e sui quali pende un’ eccezione d’ incostituzionalità sollevata dall’Amministrazione.
Inoltre, a causa degli inserimenti in una provincia a pieno titolo ed in coda in altre, al Ministero non ritengono ci sia chiarezza sulle modalità operative da adottare.
Agli UU.SS.PP. non sono state impartite disposizioni difformi da quelle precedenti e, pertanto, i diretti interessati non devono temere nulla: i contratti a tempo determinato saranno stipulati nel rispetto delle graduatorie attualmente vigenti."

Per l’ANIEF e’ soltanto una perdita di tempo per i ricorrenti e di denaro per i contribuenti. La giurisprudenza e’ chiara in materia e le sue procedure altrettanto: chi sbaglia paga; pertanto qualsiasi richiesta di revova della revoca della revoca alla fine si rileverà improcedibile.

Questo orientamento smentirebbe quanto pubblicato dal Sole24Ore la scorsa settimana, secondo cui l’Amministrazione sarebbe orientata all’inserimento a pettine in una delle province scelte per i ricorrenti interessati dal provvedimento.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione