Insegnare STEM nelle scuole senza calcoli e senza libri. Il metodo rivoluzionario che sbarca anche in Italia

WhatsApp
Telegram

La Prof. Jo Boaler, docente di Scienze dell’Educazione all’Università di Stanford e famosa esperta di edtech, sbarca anche in Italia con il suo nuovo approccio all’insegnamento delle materie STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). Il suo metodo innovativo mira a stimolare le connessioni cerebrali dei giovani partecipanti, consentendo loro di avvicinarsi alla scienza e alla matematica in un modo completamente nuovo senza libri e senza il “peso” dei calcoli. Questa iniziativa fa parte di “Operazione Cielo”, un progetto promosso dall’associazione italiana non-profit “Il Cielo Itinerante”, che mira ad avvicinare alla scienza i giovani provenienti da contesti di disagio socioeconomico e povertà educativa. 

Il metodo “Youcubed” della Prof. Boaler

La Prof. Boaler spiega a StartUpItalia, che il nostro cervello attiva cinque tipi di percorsi neuronali durante l’apprendimento delle materie STEM. Le persone più talentuose sono in grado di collegare questi diversi percorsi. Il metodo “Youcubed”, sviluppato dalla Prof. Boaler, si basa sull’apprendimento della matematica attraverso approcci diversi, come quelli visivi e di confronto. Questi metodi sono stati dimostrati come efficaci e coinvolgenti per l’apprendimento dei ragazzi. L’approccio, divulgato attraverso l’associazione italiana “Operazione Cielo”,  si allontana dalle tradizionali lezioni teoriche e utilizza funi, cubi e forbici per sostituire carta e penna, incoraggiando la cooperazione e l’ascolto tra i giovani partecipanti.

Combattere il gender gap nelle STEM

Un aspetto cruciale dell’iniziativa è quello di incoraggiare anche le ragazze a studiare le materie scientifiche. In Italia, come negli Stati Uniti, il gender gap tra ragazzi e ragazze nello studio delle STEM è ancora evidente. La Prof. Boaler ritiene che stimolare il pensiero critico e la passione per queste discipline fin dalla scuola primaria sia essenziale per ridurre questo divario di genere. “Operazione Cielo” ha una delle mission principali proprio quella di incoraggiare le ragazze a coltivare la passione per la scienza e la matematica, aprendo nuove opportunità per il loro futuro.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso