“Insegnare non è una missione. Un insegnante è un professionista. Esattamente come un chirurgo, un avvocato o un ingegnere”. Lo sfogo di Galiano

WhatsApp
Telegram

Enrico Galiano, scrittore e insegnante, riflette in un suo scritto su Il Libraio.it, sul concetto, spesso in voga, che “il lavoro dell’insegnante è una missione”, respingendo in toto tale accostamento.

No, insegnare non è una missione“, dice Galiano, che spiega: “missione è una parola pericolosa. Sapete perché? Perché evoca tutto un mondo diverso da quello che è – o almeno dovrebbe essere – l’insegnamento: la dici e subito ti saltano in mente immagini di preti nelle favelas, suore nelle zone di guerra, Robert De Niro che porta carichi più pesanti di lui nel fango mentre in sottofondo corre il Gabriel’s oboe di Ennio Morricone”.

Insomma – aggiunge – : un lavoro che fai per gratuita completa dedizione. Come un immolarsi, un sacrificarsi“.

Galiano infatti si chiede: “direste mai che fare il chirurgo è una missione? Che lo è fare l’avvocato? L’ingegnere?” Eppure, anche l’insegnante ha bisogno di un percorso di studi altamente professionalizzante. Anche lui – o lei – deve accumulare anni di tirocini formazioni corsi ricorsi esami“.

Missione – continua l’insegnante – è una definizione che sposta questo lavoro così complesso dalla parte dei “lavori che sono pagati ma potrebbero essere anche gratis”. Di quelle cose che fai quasi per un anelito di volontarismo. O di quelli che un po’ ti pagano e un po’ no, quasi come un riconoscimento simbolico”.

Non manca il sarcasmo: “Che è abbastanza vero, eh: se andiamo a vedere la media degli stipendi degli insegnanti italiani rispetto a quelli degli altri paesi europei, rischiamo davvero il coccolone“.

Le parole sono importanti – osserva Galiano – e il fatto che si usi sempre questa – “missione” – quando si parla dell’insegnamento significa che, semplicemente, non abbiamo capito cos’è e cosa fa un insegnante“.

Un insegnante è un professionista. Esattamente come un chirurgo, un avvocato, un ingegnere. Un insegnante è una persona con specifiche competenze in ambito educativo. Un insegnante è qualcuno a cui è assegnato l’importantissimo compito di occuparsi della formazione culturale e umana dei vostri figli“, continua il prof-scrittore.

E ancora: “Un insegnante è, anche, un pubblico ufficiale. Un rappresentante delle istituzioni che, come un agente delle forze dell’ordine, un politico o un magistrato, ha il compito di gestire un complessissimo ambito della vita pubblica: la scuola“.

E infine: “Un insegnante è un artista. Sì, uso questa parola, perché insegnare è prima di tutto un’arte. Che richiede talento e studio, predisposizione e lavoro continui. E che non è da tutti, proprio come ogni arte“.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024, ecco le date per lo scritto: 6 LIVE per superarlo. Prezzo sconto 59 euro. Guarda il calendario