Insegnare l’educazione sentimentale a scuola: una proposta del M5S

WhatsApp
Telegram

GB – Il M5s ha deciso di porre un’interrogazione parlamentare sul caso della docente di Trento , a cui non è stato rinnovato il contratto per il prossimo anno scolastico, perché accusata di

GB – Il M5s ha deciso di porre un’interrogazione parlamentare sul caso della docente di Trento , a cui non è stato rinnovato il contratto per il prossimo anno scolastico, perché accusata di essere omosessuale e consigliata di seguire un percorso di ravvedimento e cura dalla dirigenza della scuola paritaria, dove insegnava a Trento.

La docente fu invitata, durante un colloquio con la direttrice dell’istituto paritario cattolico, a rispondere a domande sulla sua presunta omosessualità, di cui si vociferava tra i genitori. Al rifiuto della docente, che credeva di essere stata convocata solo per la comunicazione della proroga del contratto, la scuola ha deciso di non rinnovare il rapporto di docenza, proprio in virtù delle preferenze sessuali dell’insegnante. Da qui è scaturita una dura polemica e aspre critiche, sia da parte politica che da parte delle associazioni intervenute a difesa della docente.

LA discussione si è poi allargata al diritto al finanziamento delle scuole paritarie, che dovrebbero obbedire al dettato costituzionale di libertà di insegnamento certo, ma anche di difesa dei diritti costituzionali non di parte solo religiosa. E’ questa infatti la posizione del partito Sel trentino, che chiede alla Provincia di tagliare i fondi alle paritarie. A chi poi afferma che le paritarie fanno risparmiare soldi allo Stato e il mancato finanziamento farebbe crollare tutto il sistema scolastico, Sel risponde con le parole dell’esponente Arisi: "Qui non facciamo la rivoluzione, che è pure passata di moda. Chiediamo alla Provincia un atteggiamento razionale. Diamoci una tempistica per creare scuole solo pubbliche. Le private possono restare ma devono autofinanziarsi, perché i soldi servono a quelle pubbliche. E a chi fa notare che le scuole private arrivano a costare anche meno delle pubbliche rispondo che è facile se i docenti delle prime sono "impiccati". Poi li ricattano (a livello contrattuale) facendoli lavorare molte più ore di quanto prevederebbe il contratto. E poi (nel caso della cattoliche) c’è la questione dell’allineamento confessionale"

Il Movimento 5 Stelle, dunque, ha già pronta una legge per l’insegnamento dell’educazione sentimentale, non esclusivamente quella sessuale, perché "l’omofobia è una realtà e le discriminazioni sono all’ordine del giorno".

Pertanto i Grillini invitano il ministro a intervenire per condannare duramente quanto è accaduto a Trento, cosa che peraltro la Giannini aveva già promesso di fare in un suo intervento subito dopo che la stampa ha reso pubblica la vicenda. Ma l’appello dei Cinquestelle è rivolto al ministro anche per istituire, già dal prossimo anno scolastico, corsi di educazione all’affettività in tutte le scuole.
 

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”