Insegnanti turchi sospesi, CGIL/CISL/UIL: presidio all’ambasciata per esprimere solidarietà alle 17.30

di redazione
ipsef

FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola hanno organizzato un presidio a Roma, per oggi martedì 26 luglio alle 17,30, nei pressi dell’Ambasciata turca, in Piazza San Martino della Battaglia (angolo Via Palestro) per esprimere solidarietà alle migliaia di insegnanti e docenti universitari turchi sospesi e vittime di azioni restrittive della libertà da parte del governo. 

FLC CGIL, CISL Scuola e UIL Scuola hanno organizzato un presidio a Roma, per oggi martedì 26 luglio alle 17,30, nei pressi dell’Ambasciata turca, in Piazza San Martino della Battaglia (angolo Via Palestro) per esprimere solidarietà alle migliaia di insegnanti e docenti universitari turchi sospesi e vittime di azioni restrittive della libertà da parte del governo. 

Inoltre, intendiamo manifestare la nostra vibrata protesta contro la repressione in atto in Turchia, anche se legittimata dal fallito colpo di stato, con la richiesta esplicita di ripristinare e rispettare la Convenzione europea dei diritti dell'uomo e le libertà fondamentali, soprattutto per le donne turche.

Al presidio ha aderito la Rete della Pace, che ha lanciato una petizione online, e saranno presenti anche le confederazioni CGIL, CISL e UIL.

Cordialmente

Ufficio stampa FLC CGIL

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare