Insegnanti sotto stress in Spagna: l’80% dei prof soffre di ansia, il 13% di depressione. In aumento anche le aggressioni da parte degli alunni

WhatsApp
Telegram

Fare l’insegnante è un mestiere stressante, non solo in Italia. Sono aumentate, come segnala Onda Cero, le segnalazioni al Defensor del profesor  (una versione iberico del difensore civico italiano), servizio gratuito per gli insegnanti che hanno bisogno di aiuto, supporto e guida in qualsiasi tipo di situazione di conflitto e violenza in classe.

Il dato è in aumento, quasi il 50% nella scuola secondaria, con un incremento del 6% dagli istituti professionali. Allo stesso tempo, però, le segnalazioni sono diminuite alla scuola primaria e a quella dell’infanzia. Tra i docenti assistiti, il 13% soffre di depressione e l’80% di ansia.

Il 33% dei docenti segnala difficoltà legate alla normativa vigente, alla mancanza di personale, a classi sovraffollate e alla mancanza di protocolli per la salute mentale. Questi fattori contribuiscono a un aumento della responsabilità dei docenti e a una relazione meno personalizzata con gli studenti.

Aumentano anche i conflitti con gli studenti. Preoccupa anche l’intensificarsi dei casi di violenza fisica, con il 7% delle denunce legate ad aggressioni, inclusi episodi con armi bianche. Le controversie più frequenti con le famiglie riguardano denunce presso le istituzioni scolastiche, mancanza di rispetto e, nuovamente, false accuse contro i docenti.

Per migliorare l’attenzione personalizzata agli studenti, si suggerisce di includere nel calendario scolastico le ore dedicate dai docenti a compiti burocratici. Inoltre, si raccomanda una formazione specifica sui metodi di gestione dei conflitti e leadership  per i dirigenti scolastici, oltre a miglioramenti salariali e orari.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri