Insegnanti, richiesta aumenterà nei prossimi cinque anni. Le lauree migliori

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Quello dell’insegnamento sarà uno dei settori che nei prossimi cinque anni, grazie ad un massiccio turnover, offrirà opportunità di lavoro con contratto a tempo indeterminato. Le statistiche.

Le statistiche

Le statistiche vengono fuori dal sistema Excelsior di Unioncamere insieme ad Anpal, da cui emerge che il «tasso di fabbisogno» più alto da qui al 2022 riguarda alcuni laureati in particolare: statistici, ingegneri, laureati in economia, medicina e chimica farmaceutica. A cui si aggiunge una sorpresa: quella dei laureati negli indirizzi insegnamento e formazione di cui ci sarà una forte domanda a fronte di un ampio turn over previsto nelle scuole (fonte Sole 24Ore)

Boom di richieste di insegnanti

L’indirizzo insegnamento, a fronte di un valore medio del fabbisogno di tutti i laureati pari a 3,1%, potrebbe far registrare un tasso a 7,3% (soprattutto per il turnover previsto nel settore pubblico dell’istruzione).

Laurea ad hoc con CFU per insegnare

Nel progetto di riforma dell’attuale Ministro potrebbe essere inclusa anche una revisione delle lauree, in modo che il percorso sia specialistico per l’insegnamento Concorsi: basterà la laurea. Già dal prossimo anno

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione