Insegnanti di religione. Culturacattolica.it corregge Repubblica: alunni in aumento

Di
Stampa

di Patrizia Del Pidio – Lo scorso martedì Culturacattolica.it ha scritto un articolo di correzione al quotidiano Repubblica in merito agli insegnanti di religione. L’articolo ripreso e corretto dal sito specializzato è stato scritto da Salvo Intravaia.

di Patrizia Del Pidio – Lo scorso martedì Culturacattolica.it ha scritto un articolo di correzione al quotidiano Repubblica in merito agli insegnanti di religione. L’articolo ripreso e corretto dal sito specializzato è stato scritto da Salvo Intravaia.

Culturacattolica fa notare che l’articolo stesso è basato su dati inesatti e soprattutto riferiti agli anni passati, in modo particolare dell’a.s 2012/2013 anche perché, si fa notare,  i numeri relativi all’anno scolastico che deve iniziare devono ancora essere resi noti dal MIUR.

Culturacattolica.it corregge Repubblica




Il sito inizia correggendo innanzitutto il titolo che potrebbe sembrare fuorviante: nel titolo infatti il quotidiano parla di “200 0 docenti in 10 anni nonostante il calo degli alunni”. Da parte di Culturacattolica c’è una precisazione: 2000 docenti in più in 10 anni equivalgono a 200 ogni anno, numero perfettamente in linea con i pensionamenti, quindi nulla di eclatante. La prima correzione vera e propria arriva sulla frase “nonostante l’inarrestabile calo degli alunni che seguono la materia…”.

Il sito specializzato fa notare che non ovunque la situazione è la stessa e l’articolista non lo ha tenuto presente: in Lombardi, per esempio, c’è una controtendenza rispetto ai dati nazionali e gli alunni che hanno scelto di avvalersi dell’insegnamento della Religione Cattolica è, invece, in aumento dell1,5% (in numeri circa 20mila alunni in più in Lombardia hanno scelto di seguire l’insegnamento).

Se si guarda alla sola diocesi di Milano la percentuale sale al 2%. Altra piccola polemica di Culturacattolica nei confronti di Repubblica viene sulla frase dell’articolo che recita “…per effetto di un errore nella legge Fornero, furono bloccati in classe fino al compimento dei 67 anni di età – il governo approvava il decreto con i posti complessivamente funzionanti per l’insegnamento della religione cattolica che aumenteranno di 310 unità rispetto al 2013.”

Secondo il sito, quindi, 310 insegnanti di religione per il GI 90/14 dovevano essere posti in pensione d’ufficio. Culturacattolica chiede inoltre a Repubblica la correzione di un box dove si afferma che nella scuola dell’infanzia si svolgono 1 ora e 45 minuti di Religione Cattolica ogni settimana.

In realtà in quel grado di istruzione le ore settimanali di tale insegnamento ammontano a 1 ora e 30 minuti. Tante le sviste del giornalista di Repubblica che, prontamente, Culturacattolica.it ha voluto correggere per non diffondere notizie false al riguardo.

L’articolo di Repubblica

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur