“Insegnanti in condominio”: la proposta dei presidi britannici

di Giulia Boffa
ipsef

Russell Hobby, segretario generale dell’associazione nazionale dei presidi britannici, durante un convegno tenutosi nei giorni scorsi a Liverpool,ha presentato il progetto degli insegnanti in condominio contro il costante calo di personale qualificato. Ne parla il Corriere della Sera.

Russell Hobby, segretario generale dell’associazione nazionale dei presidi britannici, durante un convegno tenutosi nei giorni scorsi a Liverpool,ha presentato il progetto degli insegnanti in condominio contro il costante calo di personale qualificato. Ne parla il Corriere della Sera.

Infatti nel Regno Unito mancano insegnanti in materie chiave, come la matematica, le scienze o persino l’inglese.In pratica, secondo il progetto, bisogna creare delle federazioni di insegnanti che offrano le loro prestazioni a diverse scuole, spostandosi da una all’altra in base alle esigenze.

In Inghilterra si contano 20mila scuole, si prevede che 500mila nuovi allievi arrivino nei prossimi cinque anni, ma ai programmi di formazione per gli insegnanti gli iscritti sono in calo costante; il progetto di Hobby prevede che le scuole si uniscano in federazioni in modo da potersi docenti esperti nei momenti di difficoltà, condividendo i costi ed assicurando competenza e serietà alle famiglie.

Il tutto è molto simile a quanto previsto nel ddl del #labuonascuola italiana, riguardo alla tematica delle reti di scuole e dell'organico funzionale.

fonte

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione