Insegnante positiva, slitta inizio lezioni in una scuola di Cuneo

Stampa

Aperture scaglionate in relazione ad alcuni casi di positività, misurazione della febbre a campione,   ecco l’inizio anno scolastico a Cuneo.   

L’Ansa segnala il caso di positività di un insegnante alle  Medie di Borgo San Giuseppe e Castelletto Stura, nel Cuneese.  Ha invece aperto oggi in modo regolare il nido comunale di Mondovì, la cui apertura era slittata di tre giorni: la scorsa settimana una maestra era risultata positiva al test sierologico.

Primo giorno di lezione senza intoppi a Cuneo: l’utilizzo della teledidattica nei primi giorni alle Superiori ha permesso ai ragazzi di viaggiare su bus e treni senza affollamento, mentre fuori da alcune scuole, dalle superiori alle elementari, volontari della Croce rosa hanno misurato la temperatura a campione con pistole a infrarossi acquistate della Fondazione Crc. Nessuna criticità anche sulla misurazione della febbre, dopo l’ordinanza della Regione di mercoledì: alcune famiglie l’hanno solo misurata a casa, altre hanno compilato fogli anonimi o scritto sui diari dei figli, alcuni istituti hanno predisposto moduli cartacei o i registri elettronici.

“Serviranno pazienza e flessibilità”, è l’invito del presidente della Provincia di Cuneo, Federico Borgna.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur