Innovazione, il World Economic Forum boccia l’Italia

di
ipsef

red – In innovazione l’Italia è stata superata da India, Tunisia, Malesia. Il Costa Rica tra i casi eccellenti, l’Italia insieme alla Grecia criticata per le sue politiche sull’innovazione.

red – In innovazione l’Italia è stata superata da India, Tunisia, Malesia. Il Costa Rica tra i casi eccellenti, l’Italia insieme alla Grecia criticata per le sue politiche sull’innovazione.

51esimo posto, dal 38esimo del 2006. Gli indicatori della rilevazione sono : diffusione di internet e cellulari, qualità dell’istruzione, politiche statali nell’innovazione. E il giudizio è impietoso.

I consigli del Wef: minori tasse e burocrazia, più libertà di stampa, aumentare l’adozione delle nuove tecnologie, mettere informatica e telecomunicazioni al centro delle politiche nazionali. Eppure, fa notare Maurizio Dècina, ordinario di reti e comunicazioni al Politecnico di Milano, dalle pagine di Repubblica, "lo Stato italiano investe molto meno degli altri europei per diffondere la cultura tecnologica, tra l’altro. Ma è stato in grado di spendere oltre un miliardo di euro nel digitale terrestre". Ma pare che non sia un indicatore valido per scalare le classifiche.

Di posti in classifica l’Italia ne ha da scalare, dal momento che occupa il 113esimo posto, nel mondo, per apertura all’innovazione e al 89esimo per uso delle tecnologie.

Dati che stridono con con i proclami di innovazioni affettuate da questo Governo, dal momento che secondo tale studio internazionale lo Stato italiano investe molto meno degli altri europei per diffondere la cultura tecnologica.

Speriamo non sia un ennesimo proclama vuoto quello lanciato dal Ministro Brunetta dal sito della "Pubblica amministrazione e innovazione" in occasione dell’approvazione del DEF 2011 e per l’attenzione data "all’intensificazione nell’uso di ICT nel comparto pubblico e nel settore privato", nonchè il rilievo "dato al nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale che "ridefinisce l’impianto di norme atte ad accelerare il processo di digitalizzazione delle amministrazioni pubbliche", ma l’inizio di una scalata per un ammodernamento che tarda a venire.

Versione stampabile
anief
soloformazione