“Innamorati della scuola” per cambiarla con i ragazzi dell’ ASAI di Torino

Stampa

Red – Da un gruppo di ragazzi tra i 15 e i 17 anni, coordinato da Domenico Chiesa, nasce la campagna nazionale Cambiamo la scuola, che coinvolge gli studenti di alcune scuole superiori sparse qua e là per l’Italia. 

Red – Da un gruppo di ragazzi tra i 15 e i 17 anni, coordinato da Domenico Chiesa, nasce la campagna nazionale Cambiamo la scuola, che coinvolge gli studenti di alcune scuole superiori sparse qua e là per l’Italia. 

Obiettivo della campagna è rispondere alla domanda: "Cosa possiamo fare noi studenti ed insegnanti per cambiare la scuola?".
 
Il gruppo si trova in ASAI, a Torino, da tre anni si incontra settimanalmente nella sede di San Salvario,per riflettere sulla scuola, sul proprio modo di viverla, su ciò che va e ciò che non va ed esprime le proprie opinioni in un testo collettivo, una lunga lettera aperta alle istituzioni per raccontare una scuola del futuro in cui imparare veramente: così può essere definito il libro "Allora che ci faccio nel mare?" edito da Ananke.
 
In seguito alla discussione generata dal testo, studenti e professori delle scuole coinvolte hanno stipulato un patto basato su ascolto, rispetto e fiducia: punto di partenza per la progettazione e realizzazione di azioni di cambiamento, messe in atto in classe. 
 
Le azioni verranno documentate e condivise sul sito Cambiamo la scuola, che diventerà uno spazio aperto per condividere le proprie esperienze, confrontarsi, raccogliere e fornire stimoli per nuove proposte di cambiamento. 
 
Il prossimo obiettivo è il CONTAGIO.  Contagiare altri gruppi, per allargare sempre di più gli orizzonti di questo desiderio condiviso: quello di  CAMBIAMO LA SCUOLA. 
 
Per questo il prossimo 14 febbraio alle ore 16,00 presso Fandango incontro (Via dei Prefetti 22, Roma), ci sarà la presentazione della campagna, con una conferenza che mira a far conoscere l’iniziativa a livello nazionale. L’evento è organizzato in collaborazione con il Cidi (Centro di Iniziativa Democratica degli insegnanti) e Zainet.
 
Interverranno:
 
Domenico Chiesa – Facciamo un patto per imparare meglio
Vinicio Ongini – Stranieri a chi? La scuola salvata dagli indiani
Giovani reporter di Zainet – Formare il cittadino consapevole
Giuseppe Bagni – Alcuni suggerimenti
 
Questo il volantino della giornata, che i ragazzi chiedono di diffondere a insegnanti e studenti.
 
Le  classi possono dare risonanza al lancio attraverso PICCOLE AZIONI da mettere in atto il 14 febbraio presso le proprie sedi: una lettura in classe o nei corridoi, un lancio di palloncini con messaggi di cambiamento, un breve video, una fotografia per testimoniare il vostro impegno, ecc.
 
Tutto sarà raccolto e diffuso per dare finalmente un volto all’iniziativa.
 
Le azioni possono essere segnalate sulla pagina facebook CAMPAGNA NAZIONALE CAMBIAMO LA SCUOLA, che potrà arricchita dai contributi dei ragazzi e condivisa come un contagio.
 
Il 14 febbraio il motto del progetto sarà: INNAMORATI DELLA SCUOLA!
 
Per maggiori informazioni visita il sito: www.asai.it/cambiamolascuola

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole