Inizio scuola, incombe il caro libri per le famiglie. Sempre più studenti comprano libri usati

WhatsApp
Telegram

Il Sil Confesercenti lancia l’allarme sul caro libri scolastici: il rialzo medio quest’anno potrebbe toccare un 8% con punte del 12% per alcuni titoli.

La sottosegretaria all’Istruzione e del Merito, Paola Frassinetti ha annunciato, si legge su AGI, che il tema è sul tavolo del governo e che ci sarebbe già stato un incontro tra i ministri Valditara e Giorgetti con l’obiettivo di introdurre misure a sostegno delle famiglie, che si tratti di detrazioni come avviene già in altri Paesi, oppure di fondi da stanziare per sostenere il diritto all’istruzione.

Nel frattempo, sempre più studenti ricorrono al mercato dell’usato per risparmiare fino al 50% per i libri, scegliendo magari edizioni che vengono aggiornate anno per anno.

In attesa di provvedimenti nazionali annunciati da Frassinetti, già alcuni comuni provano a correre ai ripari.

Il Comune di Roma, ad esempio, ha previsto buoni libro per l’anno scolastico 20223/24. L’incentivo, nei limiti delle risorse disponibili, è destinato alle famiglie con reddito Isee inferiore o pari a 15.493,71 euro.

La regione Lombardia ha invece introdotto “Dote scuola”, una misura che prevede quattro tipologie di contributi per sostenere economicamente il percorso educativo di studenti e studentesse dai 3 ai 21 anni residenti in Lombardia e frequentanti corsi ordinari di istruzione o formazione professionale (IeFP).

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso