Inizio scuola, i pediatri: “Già boom di telefonate per richiesta di tamponi”

Stampa

La scuola è iniziata ieri, lunedì 14 settembre, e i pediatri già registrano boom di prenotazioni per i tamponi.

Infatti i pediatri “sono sommersi dalle telefonate di genitori che richiedono il tampone per i loro figli, preoccupati per  sintomi che pure in questa stagione sono nella norma: tosse, febbre,  problemi gastrointestinali. Disturbi che, però, ora è necessario  distinguere da un’infezione da coronavirus”, spiega all’Adnkronos, Paolo Biasci presidente nazionale della Federazione italiana medici pediatri (Fimp).

“Sappiamo che è appena l’inizio – anticipa Biasci – perché le patologie stagionali aumenteranno”. E la situazione si preannuncia pesante, visto che “già adesso i pediatri di famiglia sono oberati  soprattutto da telefonate che ci descrivono i soliti sintomi, quelli  che gestiamo ogni anno ma che, in epoca Covid, ci fanno sospettare un’infezione. E’ prevedibile, quindi, che le richieste di tampone per bambini e ragazzi cresceranno in maniera esponenziale”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur