Inizio scuola, 50mila nuovi banchi per settembre: la metà in arrivo per il Lazio

Stampa

Si continua a ragionare per il ritorno in classe in piena sicurezza a settembre. L’obiettivo è garantire il distanziamento degli alunni in aula anche in ragione del possibile rientro al 100%.

Da quanto risulta al Sole 24 Ore, sono in arrivano 50mila nuovi banchi tradizionali  che servono a sostituire altrettante forniture ritenute inadeguate, tra quelle consegnate l’anno scorso nell’ambito del discusso bando Arcuri, che ha previsto la consegna di 2,1 milioni di scrivanie monoposto e 434mila sedute innovative (quelle con le rotelle). Non adeguate nel senso che i banchi sono risultati non conformi agli standard di qualità e alle necessità richieste dalle scuole, che perciò li hanno rifiutati.

Le scuole interessate sono 450, divise in otto regioni (Lazio, Piemonte, Sardegna, Liguria, Abruzzo, Calabria, Veneto e Trentino-Alto Adige) e il 50% delle richieste arriva dal Lazio.

I fondi per questa nuova fornitura, 6 milioni di euro stanziati attraverso il Decreto Sostegni bis, fanno parte del pacchetto di risorse afferenti alla struttura commissariale del generale Francesco Figliuolo e saranno gestiti dal ministero dell’Istruzione.

A differenza dello scorso anno, non ci sarà un bando, ma saranno direttamente gli istituti scolastici interessati ad acquistare i banchi, attraverso il portale e gli strumenti di Consip, l’ente incaricato degli acquisti per la Pubblica amministrazione.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione