Inizio scuola 2022: tutte le date del ritorno in classe [scarica CALENDARIO]. Collegio docenti propone se anticipare di qualche giorno

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato il calendario scolastico completo con le date di inizio e fine dell’anno. Escluse le festività nazionali, uguali per tutti, infatti, le Regioni con proprie delibere decidono annualmente l’inizio e il termine delle attività didattiche ed eventuali ponti e altre festività.

SCARICA IL CALENDARIO

I calendari regionali pubblicati:

Alto Adige – inizio lezioni il 5 settembre 2022

Abruzzo – inizio lezioni il 12 settembre 2022

Basilicata– inizio lezioni il 12 settembre 2022

Calabria – inizio lezioni il 14 settembre 2022

Emilia Romagna  – inizio lezioni il 15 settembre 2022

Friuli Venezia Giulia – inizio lezioni il 12 settembre 2022

Lazio -inizio lezioni il 15 settembre

Liguria – inizio lezioni il 14 settembre 2022

Campania – inizio lezioni il 13 settembre 2022

Marche – inizio lezioni il 14 settembre 2022

Puglia – inizio lezioni il 14 settembre 2022

Piemonte – inizio lezioni il 12 settembre 2022

Sardegna– inizio lezioni 14 settembre

Toscana – inizio lezioni il 15 settembre 2022

Trentino – inizio lezioni il 12 settembre 2022 (infanzia il 5)

Umbria– inizio lezioni il 14 settembre

Veneto – inizio lezioni il 12 settembre 2022

Lombardia – inizio lezioni il 12 settembre 2022

Molise – inizio lezioni il 14 settembre 2022

Sicilia – inizio lezioni il 19 settembre 2022

Valle d’Aosta – inizio lezioni il 19 settembre 2022

Le festività

  • 1 novembre 2022: Tutti i Santi;
  • 8 dicembre 2022: Immacolata concezione,
  • 25 dicembre 2022: Natale;
  • 26 dicembre 2022: Santo Stefano;
  • 1 gennaio 2023: Capodanno;
  • 6 gennaio 2023: Epifania;
  • 9 aprile 2023: Pasqua
  • 10 aprile 2023: Lunedì dell’Angelo;
  • 25 aprile 2023: Festa della Liberazione;
  • 1 maggio 2023: Festa del Lavoro;
  • 2 giugno 2023: Festa nazionale della Repubblica.

Collegio docenti: nella prima riunione si propone data di inizio lezioni

Gli eventuali adattamenti del calendario, che verranno adottati dalle istituzioni scolastiche in variazione del calendario scolastico regionale, devono essere debitamente motivati e devono essere portati a conoscenza degli studenti, delle famiglie e delle istituzioni pubbliche preposte all’organizzazione del sistema scolastico e dei relativi servizi complementari. Di norma vi è una proposta del Collegio docenti che nella maggior parte dei casi viene recepita dal Consiglio d’Istituto.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur