Inizio scuola, allarme in Alto Adige: 50 docenti no vax e no green pass a rischio sospensione. 20 si sono già dimessi negli ultimi mesi

Stampa

In Alto Adige è stato tempo di rientro in classe. Per oltre 90mila studenti ingressi ed uscite scaglionate per evitare assembramenti. Nel territorio della provincia di Bolzano sarebbero 50 tra insegnanti e personale scolastico contrari sia al vaccino anti-covid che all’effettuazione del tampone ogni 48 ore, a rischiare la sospensione.

Il numero maggiore riguarda la scuola in lingua tedesca – dalla scuola materna alle superiori – mentre per quanto riguarda quella in lingua italiana sono nell’ordine di cinque. Dei circa 50, una ventina di professori si è dimessa negli ultimi mesi. Non è escluso che già da domani nei confronti degli altri possa essere avviato l’iter della sospensione.

La provincia di Bolzano, soprattutto nel mondo di lingua tedesca, è storicamente un territorio ‘No vax’. In Alto Adige gli insegnanti ai quali è stata somministrata almeno una dose negli ultimi giorni è salita all’82%.

Green pass obbligatorio a scuola, dal 13 settembre piattaforma per il controllo automatico. Si chiamerà Pndgc, ecco come funzionerà

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione