Lezioni in Emilia Romagna, Assessore: pausa estiva troppo lunga, va ripensata

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei giorni scorsi, abbiamo riferito sulla proposta dell’assessore al Turismo dell’Emilia Romagna, secondo cui si potrebbe posticipare l’inizio delle lezioni e fissare, come termine improrogabile, il terzo lunedì del mese di settembre e non più il 15 dello stesso mese.

Inizio lezioni Emilia Romagna, petizione contro posticipo proposto dall’Assessore al Turismo

Alla proposta dell’Assessore hanno subito risposto genitori e insegnanti, affermando che il calendario scolastico deve fondarsi sulle necessità dell’utenza (e non degli albergatori) e lanciando un’apposita petizione su Change.org che, ad oggi, ha raggiunto oltre 2000 firme.

Sulla vicenda, è intervenuto l’Assessore all’Istruzione del comune di Bologna, il quale sposta i termini della questione e, come riferito dal Corriere della Sera, afferma che il problema non è il posticipo dell’inizio delle lezioni ma la lunga pausa estiva che deve essere ripensata.

L’Assessore, infine, ricorda che a Bologna nel corrente anno scolastico, proprio per accorciare il periodo di vacanza e favorire gli stessi alunni, alcuni istituti hanno anticipato l’apertura di 15 giorni, offrendo agli studenti la possibile di seguire attività di recupero, potenziamento, culturali, ricreative e sportive.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione