Inizio anno scolastico, in Abruzzo le lezioni potrebbero ripartire il 24 settembre

“Stiamo ancora brancolando nel buio, il Governo non dà indicazioni sui trasporti e sul personale, in questi giorni faremo valutazioni con il presidente Marsilio e non è escluso che apriremo le scuole il 24 settembre, dopo le elezioni, come vogliono fare altre regioni”.

Così l’assessore regionale alla Istruzione, il salviniano Piero Fioretti, al termine della conferenza delle Regioni che ha dato il via libera ad un documento tecnico dell’Iss “per eventuali casi di focolai all’interno delle scuole”.

C’è grande incertezza – prosegue – ad esempio per l’Abruzzo sui 43 milioni di fondi aggiuntivi richiesti per il personale ne sono stati coperti solo 17. Inoltre, i banchi arriveranno ad ottobre. Non si sa poi come si rimpiazzeranno i professori che non rientreranno e coloro che saranno positivi ai test. E’ una situazione che il Governo ha affrontato con leggerezza dilatando i tempi nel tentativo di scaricare le responsabilità sui territori – conclude l’assessore regionale abruzzese.

Ritorno in classe, svolta la Conferenza delle Regioni mentre in Campania si pensa al posticipo addirittura ad ottobre

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia