Inizio anno scolastico: auguri anche a chi non ha avuto l’incarico

di Lalla
ipsef

Prof.ssa Claudia Viacava – Dopo aver letto l’augurio di inizio del nuovo anno scolastico mi pare doveroso ricordare tutti quei docenti, me inclusa, che quest’anno si sono trovati disoccupati.

Prof.ssa Claudia Viacava – Dopo aver letto l’augurio di inizio del nuovo anno scolastico mi pare doveroso ricordare tutti quei docenti, me inclusa, che quest’anno si sono trovati disoccupati.

La sottocritta,dopo sei anni di servizio nelle scuole statali, gli ultimi tre dei quali sempre con cattedre di 18 ore, quest’anno non ha avuto neanche uno spezzone! E come me, purtroppo, ci sono tantissimi colleghi…Colpa un po’ degli inserimenti a pettine ma soprattutto dei micidiali tagli operati dal Ministero che hanno reso sovrannumerari moltissimi colleghi di ruolo; questi ultimi sono stati assegnati o utilizzati su posti o spezzoni che solitamente toccavano a noi precari delle graduatorie, lasciandoci completamente senza niente!

E non sono stati rari i casi in cui un docente di una materia è stato utilizzato su un’altra materia che magari non ha mai insegnato ma su cui ha preso l’abilitazione nel lontano concorso del 1999 (cosa che per la nuova generazione è stata, invece, impossibile dato che ci hanno costretto a seguire un solo corso SSIS, senza possibilità di accorpare materie affini)!

Un augurio, quindi, a chi si trova senza lavoro, nella speranza di poter trovare per quest’anno qualcosa di alternativo che permetta di mantenere i figli e pagare la casa!

Grazie Gelmini.

Gli auguri

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione