Infortunio in palestra per mancato riscaldamento: Scuola e MIUR non sono responsabili

Un allievo che si infortuna in palestra perché non ha eseguito, o meglio il docente non ha fatto eseguire, il riscaldamento prima di una partita di pallavolo, deve essere risarcito dall'Amministrazione? Secondo la Corte di Cassazione no, come la stessa ha stabilito con la sentenza n. 897/2016. 

Un allievo che si infortuna in palestra perché non ha eseguito, o meglio il docente non ha fatto eseguire, il riscaldamento prima di una partita di pallavolo, deve essere risarcito dall'Amministrazione? Secondo la Corte di Cassazione no, come la stessa ha stabilito con la sentenza n. 897/2016. 

Un'alunna, che si era appunto infortunata (distorsione al ginocchio) durante una partita di pallavolo effettuata senza che l'insegnante facesse svolgere gli esercizi di riscaldamento, ha chiamato in giudizio la Scuola e il MIUR affinché venisse risarcita dei danni subiti.

Il Giudice di primo grado aveva accolto le istanze dell'alunna, sentenza poi ribaltata dalla Corte d'Appello con la motivazione che non può esserci un legame diretto tra l'infortunio e la mancata effettuazione del riscaldamento, in quanto il medesimo infortunio potrebbe capitare per una serie diversa di motivi e anche ad una "giocatrice perfettamente riscaldata".

L'alunna in questione ricorreva allora in Cassazione, che con la suddetta sentenza confermava quanto stabilito dalla Corte d'Appello, ossia la non sussistenza del nesso tra infortunio e mancato riscaldamento.

  

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia