Infortunio ora scienze motorie, docente non responsabile in caso di scontro fortuito

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Di chi sono le responsabilità nel caso in cui uno studente riporti qualche danno durate l’ora di scienze motorie, svolgendo una partita di pallavolo?

La risposta, come apprendiamo dal sito leleggepertutti.it, è fornita da una sentenza del tribunale di Tivoli, chiamato ad esprimersi in seguito all’infortunio di uno studente che, nel corso di una partita di pallavolo, si è scontrato accidentalmente con un compagno, rompendosi il setto nasale.

Al Tribunale veniva chiesto di esprimersi in merito alle responsabilità o meno della scuola.

Il Tribunale ha decretato che il danno, per attribuirne le responsabilità alla scuola, deve essere procurato da un fatto illecito messo in atto da un altro studente partecipante alla partita e a condizione che la scuola non abbia posto in essere tutte le misure necessarie ad evitare l’accaduto.  Per fatto illecito si intende un’azione violenta ed irruenta.

In sintesi, affinché la responsabilità del danno, relativamente alle attività svolte durante l’ora di scienze motorie, sia attribuita alla scuola, quindi al docente responsabile, si devono verificare le seguenti condizioni:

  • violazione del dovere di sorveglianza;
  • svolgimento di attività violente con il consenso del docente;
  • utilizzo di attrezzature inidonee o pericolose.

La responsabilità del danno derivante da uno scontro fortuito, invece,  non può essere attribuita al docente.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione