Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Infortunio a scuola non riconosciuto dall’Inail: istanza o ricorso

Infortunio a scuola: cosa fare se l’Inail non riconosce l’indennizzo all’insegnante. Si può fare ricorso contro il provvedimento?

Buon pomeriggio,
vi seguo sempre con attenzione e oggi ho una questione da sottoporvi.
Sono un’insegnante di scuola dell’infanzia in ruolo ormai da parecchi anni.
Il 6 giugno, durante la festa di fine anno della scuola, mi sono lesionata il legamento crociato anteriore del ginocchio destro.
Sono andata in pronto soccorso dove è stata aperta la pratica di infortunio.
Tengo a precisare che me lo sono lesionato sedendomi nell’erba di fronte ai bambini che erano pronti a cantare, quindi nel  pieno svolgimento della mia attività lavorativa.
Al momento della visita all’inail per l’eventuale chiusura dell’infortunio, il medico non me lo ha riconosciuto come tale senza nemmeno darmi una spiegazione.
All’uscita, l’infermiera ci ha detto che non è stato riconosciuto come infortunio perchè mi sono lesionata da sola e avrei potuto benissimo farmi male altrove.
La mia domanda è questa:
perchè non è stato riconosciuto come infortunio sul lavoro se mi sono fatta male nel pieno svolgimento della mia attività lavorativa?
Rimango in attesa di una gentile risposta.
grazie

 

Se l’infortunio è avvenuto sul posto di lavoro, l’Inail può non riconoscerlo e passarlo alla competenza dell’Inps come malattia comune o rischio generico? Sembrerebbe un paradosso invece i numeri ci raccontano un’altra realtà: non sono rari i casi di infortuni non indennizzati.

Quando l’Inail può non riconoscere un infortunio e negare l’indennizzo

A ben vedere l’Inail può negare, in alcuni casi,  la copertura dell’infortunio sul lavoro. Si parla a tal proposito di rischio elettivo o rischio generico. Nella fattispecie rientrano tutti i casi in cui il rischio viene addebitato alla “condotta del lavoratore, volontaria ed arbitraria, eccezionale, abnorme ed esorbitante” rispetto alle mansioni da contratto e alle direttive ricevute; quando, in altre parole, l’azione che espone al rischio è diretta esclusivamente a soddisfare un impulso personale del lavoratore, l’Inail non riconosce l’indennizzo (come confermano diverse sentenze sull’argomento).

Non ci sembra però di riscontrarne i presupposti nella storia riportata dalla lettrice.

Come fare istanza o ricorso contro la decisione dell’Inail

L’opposizione amministrativa può essere presentata presso la sede Inail competente. Le modalità sono descritte nel sito Inail.

E’ importante specificare nell’istanza i dati anagrafici del lavoratore ed il riferimento esatto all’evento (numero del protocollo pratica, data dell’infortunio, data della reiezione,etc..) oltre alle ragioni alla base del ricorso medesimo (solo le motivazioni strettamente connesse all’evento lesivo senza troppe considerazioni superflue che rischierebbero di avere effetto contrario e di compromettere l’esito della valutazione). E’ possibile farsi assistere da un Patronato.

Il procedimento in opposizione si intende concluso entro il termine di 150 giorni (si arriva a 210 tenendo conto delle revisioni).

Se l’istanza rigettata o accolta solo parzialmente, il lavoratore può fare ricorso giudiziale  con l’assistenza di un avvocato, presso il Tribunale del lavoro.

Il termine di prescrizione per il ricorso giudiziale è di tre anni e 150 giorni (210 per le revisioni) e decorre dal giorno dell’infortunio.

Potrebbe interessarti anche leggere:

Infortunio insegnante in estate: può essere considerato incidente sul lavoro?

Fac-simile di opposizione ad accertamento Inail

Non esistono moduli preimpostati purché l’istanza contenga i dati di cui sopra. Di seguito un esempio dal quale prendere spunto:

Alla sede Inail di …….

Il sottoscritto….. (dati anagrafici inclusi indirizzo di residenza e codice fiscale)

Con riferimento alla Vostra comunicazione del …. con la quale è stato negato il riconoscimento dell’infortunio avvenuto in data…. Con la motivazione di rischio generico non coperto dall’assicurazione contro gli infortuni……

Con il presente atto il sottoscritto RICORRE avverso il provvedimento in precedenza descritto per le seguenti motivazioni XXX...

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia