Infortuni a scuola: chi è responsabile? Un breve excursus sulle sentenze

WhatsApp
Telegram

Chi è responsabile in caso di incidenti al termine delle lezioni o durante l’ora di educazione fisica?

Gli insegnanti non sono responsabili se un alunno cade fuori della classe al termine dell’orario di lezione. Lo stabilisce una sentenza della Corte di Cassazione, la n. 17215/2010, la quale afferma che “una volta accompagnati gli alunni fuori dalla classe, gli insegnanti non sono responsabili se un bambino cade e si fa male in cortile, durante la ressa che si forma all’uscita di scuola, al termine dell’orario di lezione”.

Riguardo, invece, agli infortuni occorsi agli studenti durante l’ora di educazione fisica, con la sentenza n. 9325 del 20 aprile del 2010 viene indicato che gli stessi devono essere risarciti dal Ministro dell’Istruzione. La terza sezione civile della Cassazione ha giustificato la sua decisione affermando che, nel momento in cui un alunno si iscrive in una scuola, si instaura un “vincolo negoziale”, sulla base del quale l’istituto scolastico ha l’obbligo di “vigilare sulla sicurezza e sull’incolumità, nel tempo in cui questi fruisce della prestazione scolastica in tutte le sue espressioni”.

Con una ulteriore sentenza, la n. 5067/2010, viene poi precisato che “va pagato anche il danno morale all’alunno che si fa male durante le lezioni”. Il Ministro dell’Istruzione è condannato dunque al risarcimento del danno per l’aspetto non patrimoniale di un infortunio occorso ad un alunno durante le lezioni scolastiche.

Come sappiamo, esiste l’assicurazione scolastica obbligatoria. Le scuole sono tenute a sottoscrivere una polizza assicurativa con l‘INAIL per ogni alunno in quanto considerato un lavoratore. Questa polizza, però, assicura una copertura solamente per gli infortuni nel corso di attività di laboratorio e di educazione fisica. Per questo motivo, molte scuole sottoscrivono una seconda polizza assicurativa che offra maggiori coperture e che viene fatta pagare alle famiglie attraverso il contributo volontario.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio