Informativa organici. UIL: bisogna risolvere situazioni di criticità

di
ipsef

red – Pubblichiamo il resoconto UIL sull’incontro di ieri tra sindacati e MIUR relativamente agli organici 2012/13. Informativa su docenti, ATA, DSGA, seconda lingua straniera. Il prossimo incontro è fissato per martedì 17 luglio.

red – Pubblichiamo il resoconto UIL sull’incontro di ieri tra sindacati e MIUR relativamente agli organici 2012/13. Informativa su docenti, ATA, DSGA, seconda lingua straniera. Il prossimo incontro è fissato per martedì 17 luglio.

Resoconto UIL

Il ministero ha illustrato una bozza di circolare che sostanzialmente ricalca quella dell’anno precedente con alcune novità e alcuni chiarimenti.

Per quanto riguarda le dotazioni organiche del personale docente, così come già comunicato per l’organico di diritto, in applicazione dell’art. 19,comma 7, della Legge 111/11, l’organico di fatto non potrà superare la consistenza di quello previsto per l’anno scolastico 2011/12.

La ripartizione tra le diverse regioni tiene conto, invece, dell’aumento o della diminuzione del numero degli alunni, degli indicatori socio economici nonché della rilevanza del numero degli alunni con cittadinanza non italiana.

La bozza di circolare chiarisce, così come la circolare sull’organico di diritto, che l’offerta della seconda lingua straniera nella scuola secondaria di primo grado deve tener conto della presenza di docenti di ruolo nella scuola e non determinare situazioni di soprannumerarietà.

Per il personale Ata è stato ribadito che in presenza di situazioni di difficoltà derivanti dall’elevata presenza, in alcune scuole, di personale inidoneo alle mansioni del profilo, può essere valutata l’opportunità di assegnare una risorsa in più di collaboratore scolastico.

Per quanto riguarda i DSGA, come già stabilito nella circolare relativa all’organico di diritto, diversamente dagli altri profili, viene utilizzato il contingente provinciale per assegnare posti in comune tra più istituzioni scolastiche sottodimensionate.

I criteri per l’abbinamento di tali scuole e quelli per l’assegnazione di quelle sottodimensionate che non possono essere abbinate ad altre, saranno stabiliti in sede di contrattazione regionale, con il limite di due scuole per ogni abbinamento.

La Uil, posto che la legge fissa il tetto massimo complessivo dell’organico e che eventuali modifiche possono riguardare solo la redistribuzione tra regioni diverse, ha rappresentato al ministero l’esigenza che comunque le scuole debbano essere messe nelle condizioni di funzionare.

Pertanto, a settembre, andranno affrontate e risolte tutte le situazioni di criticità che si dovessero presentare, sia sul versante del personale docente che Ata.

Organico di fatto: insoddisfacente incontro al MIUR

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione