Informatica (TIC) ai professionali regalati solo alla A41 e non più A40. Bufala o verità? Meglio Docenti diplomati o laureati? Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Fortunato De Luca – Con il nuovo D. Lgs 61 della riforma professionali e Nota MIUR del 19/04/2018 Nuovi percorsi di istruzione professionale di cui al decreto legislativo n. 61/2017.   Trasmissione della bozza di quadri orari con individuazione delle classi di concorso   per gli insegnamenti del primo biennio, si notano forti incongruenze:

a) con La Laurea in Ingegneria Elettronica si poteva insegnare TIC (Tecnologie dell’informazione  e della comunicazione, insomma Informatica) nei professionali indirizzi Manutenzione e assistenza tecnica e Produzioni Industriali, mentre adesso nei nuovi quadri orari come d’incanto sparisce la A40 e compare la A41 (Informatica).
Da otto anni  chi insegnava TIC con Ingegneria Elettronica adesso non potrà più.
E’ una grossolana svista del MIUR o ci siamo persi qualcosa strada facendo?
Come sbrogliare la matassa?
b) Inoltre compare un grossolano errore anche nella trascrizione della disciplina Tecnologie e tecniche di presentazione grafica al posto di Tecnologie e tecniche di rappresentazioni grafiche. E’ una nuova materia? O un voluto refuso per creare ancora più dispersione in una scuola già dispersiva?
Si cercano lumi.
c) Nei quadri orari del triennio professionali (es. Manutenzione e assistenza tecnica) si perdono molte ore altamente formative nelle discipline Tecnologie Elettriche, Tecnologie meccaniche, Tecnologi e tecniche di Installazione, finora date ai laureati ingegneri. Aumentare le ore di laboratorio date agli ITP (tecnici diplomati) è un vantaggio laboratoriale ma a scapito di competenze tecniche che solo INGEGNERI possono garantire o serve risparmiare anche sugli stipendi (un docente diplomato guadagna di meno del laureato)?
Alla faccia del bicarbonato di sodio…
Grazie infinite
Ing Fortunato De Luca, Vibo Valentia.
Versione stampabile
anief anief
soloformazione