Informatica pericolosa a scuola. Lettera

Stampa

Inviato da Giovanni Affinito – Ho già scritto una lettera e vi ringrazio per avermela pubblicata ma oggi vorrei aggiungere questa per dirvi quanto sia pericolosa l’informatica.

Tutti possono capire quanto sia pericolosa una Ferrari nelle mani di un neopatentato ed ancora peggio di un ragazzino senza patente e senza aver studiato un minimo di codice della strada. Bene, lo stesso discorso bisogna farlo per quanto riguarda l’informatica.
Oggi con mia moglie credo di aver visto il peggio del peggio.

Prima di raccontarvi il fatto vorrei farvi questa domanda: “se cercate un file inviato da un amico, dove lo cercate?”
La risposta sembra semplice, tutti risponderanno sicuramente “tra le mail ricevute o al massimo su whatsApp”.

Nella scuola di mia moglie non è così, ci sono dieci posti diversi dove trovarlo, ma non basta, perché l’ufficio che lo invia non dice dove lo ha inviato e quindi si parte con una caccia al tesoro ed il primo che lo trova lo comunica telefonicamente agli altri docenti.

Per essere precisi i posti dove trovare il file sono i seguenti:
1) Stream di Classroom
2) Lavori del corso di Classroom
3) email istituzionale,
4) email personale,
5) Drive condiviso di google
6) Mio Drive di google
7) Comunicazioni del sito scuola,
8) Albo on line del sito della scuola,
9) Area riservata del sito della scuola.
Non ci crederete ma è successo proprio questo, abbiamo dovuto cercare in tutti questi punti per trovare una circolare all’interno della quale c’era il link per collegarsi a Zoom.
Già in altre occasioni ho potuto notare l’inadeguatezza di coloro che gestiscono gli strumenti informatici della scuola, ma oggi si sono superati.
Un saluto da Affinito Giovanni.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur