Informatica e telecomunicazioni, scuola settore trainante: 1 miliardo di investimenti sino al 2020

di redazione
ipsef

Nel 2015, la spesa ICT nella pubblica amministrazione, come apprendiamo dal 3° Osservatorio Assinform sull'ICT nella PA, ha avuto una lieve ripresa, grazie soprattutto ai settori Sanità e Scuola. 

Nel 2015, la spesa ICT nella pubblica amministrazione, come apprendiamo dal 3° Osservatorio Assinform sull'ICT nella PA, ha avuto una lieve ripresa, grazie soprattutto ai settori Sanità e Scuola. 

Nell'insieme, la spesa ICT complessiva (informatica e telecomunicazioni) nella PA è stata pari a 5.571 milioni di euro al netto delle spese per il personale e dell’IVA, con una ripresa dello 0,5%.  La spesa maggiore si è registrata per l'informatica.

Settori trainanti, come suddetto, sono stati Sanità e Scuola, con quest'ultima che, insieme all'Università, ha registrato un incremento della spesa ITC (358 milioni) del 2,5%.

Nella Scuola, inoltre, la spesa è destinata a crescere, grazie ai fondi stanziati dalla legge n. 107/2015, ai Fondi Europei PON FERS 2014-2020 e PON FSE 2014-2020 e ad altri fondi Miur, per un totale di 1 milione di euro sino al 2020.

Quanto allo stato della digitalizzazione della Scuola, l'Osservatorio ha riportato i seguenti dati: le iscrizioni on line sono adottate dal 99% degli Istituti, il Registro del Docente dal 73,6% e i servizi online scuola-famiglia dal 58,3%.

Anche riguardo alle dotazioni tecnologiche, la Scuola registra dei miglioramenti con 42 alunni per PC e 62,8 per dispositivo mobile.

Vai alla presentazione dei dati
 

Versione stampabile
anief
soloformazione